L’apprendimento della lingua italiana da parte degli immigrati costituisce uno snodo fondamentale nel processo d’integrazione.
Come evidenziano i dati dei più recenti monitoraggi all’arrivo in Italia la maggioranza degli immigrati non conosce la lingua e gli adulti generalmente la acquisiscono in modo spontaneo in relazione alle opportunità lavorative, sociali e culturali che via via incontrano.

Lingua materna, seconda lingua ed identità: il legame tra gli elementi linguistici e la costruzione di sè è indivisibile.
Attraverso le parole della lingua, materna e seconda, s’impara a raccontare il mondo, a esprimere bisogni, valori, norme, significati, sensazioni, emozioni.
Oltre ad imparare il nuovo codice per comunicare, studiare e lavorare, gli apprendenti immigrati devono riuscire con il tempo ad abitare la lingua, per integrarsi in una comunità linguistica e culturale che condivide metafore, riferimenti, “sfondi” culturali.
Affinchè ciò avvenga è fondamentale che il luogo d’apprendimento “scuola, strada, negozio, fabbrica” divenga essenzialmente un luogo d’incontro e di scambio interculturale, nel quale le lingue e le storie di ciascuno possano essere riconosciute e valorizzate e il nuovo codice sia una componente pregnante ed affettiva di una identità plurale.

Promuovere pertanto l’apprendimento dell’italiano permette di sostenere lo sviluppo delle potenzialità personali e contemporaneamente contribuisce a prevenire i conflitti e i comportamenti a rischio che possono minare il processo d’integrazione e coesione sociale degli immigrati.
Per l’adulto l’apprendimento dell’italiano è strettamente legato ai bisogni quotidiani, ma se non si interviene tempestivamente con un insegnamento adeguato è possibile che le conoscenze linguistiche si esauriscano in modalità comunicative essenziali, fortemente cristallizzate nei cosiddetti livelli di interlingua.
Il deficit linguistico protratto a lungo nel tempo ostacola l’integrazione dinamica delle singole persone nel tessuto economico, sociale e culturale e limita anche l’inserimento socioculturale dei figli e di tutti i giovani immigrati che hanno nel mondo degli adulti il loro punto di riferimento.
È fondamentale pertanto sostenere e diffondere l’apprendimento della lingua italiana.

Popolis ha collaborato alla realizzazione di questo progetto.