Tempo di lettura: 2 minuti

Ecco una bella carrellata di disegni inconsci: cuoricini; figure geometriche; “salsicciotti vagamente fallici; cerchi a mandala, cioè divisi in 4, con raggi, senza o accostati, tangenti e/o sovrapposti; alberelli natalizi, con o senza ornamenti.

Prima di analizzare questi disegni inconsci ricorrenti, debbo far presente a Litstar e a tutti quelli che vogliono avere l’analisi di questi “Segni” che è bene inviare l’originale del foglietto, inconsciamente riempito durante conferenze noiose, corsi allucinanti, telefonate prolisse..perché gli originali? Non basta indicare quali forme vengono tracciate? Non basta.

Gli originali sono effettuati su una superficie, quindi anche questa va esaminata ed ha significato, nei suoi spazi, nei suoi vuoti, nel rapporto proporzionale tra Segno e spazio. Facciamo un esempio: se i tratti vengono disegnati a destra del foglio, indicano una riflessione su quanto dovrà avvenire al soggetto disegnante…se a sinistra, indicano nostalgia per qualcosa che è già accaduto.

In questo caso, non posso che riferire la simbologia dei disegni.

disegni_litstar_cuori

 

Cuori e cuoricini: chiaramente, SENTIMENTO, anzi “desiderio di provare sentimento”

 

 


disegni_litstar_mattoni

 

Figure geometriche, a “mattoncino”: voglia di stabilità e di concretezza, desiderio di “radici” e di sostanziale sicurezza, emotiva e fisica

 


disegni_litstar_simboli

 

Simboli fallici o simili: ehm

 

 

 

disegni_litstar_mandala

Cerchi a mandala: desiderio di elevarsi al di sopra della quotidianità, segno spirituale

Cerchi addossati o sovrapposti: il cerchio è l’IO, il sé, la mente ed il corpo..ma cerchio è anche la ricerca di sapersi protetti, accolti . Solitamente indica il desiderio di essere inseriti nel sociale, di conoscere con sicurezza l’altro, l’interlocutore… o è il rimpianto di chi non è accanto a noi, in questo momento

 

disegni_litstar_alberi

 

Alberi di Natale (e non): indicano, anch’essi, l’io in rapporto col sociale, con l’altro. Rivelano come si sente il soggetto, in rapporto alla propria mente, al proprio corpo, al proprio vissuto.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *