Cremona. Se il baskin giocato sul campo ha dovuto dire per il momento annullare le proprie attività, è una bellissima gara di fantasia ciò che si stanno inventando gli allenatori in tutte le Sezioni Territoriali dal Nord al Sud per tener coinvolta la propria squadra in questo periodo.Per coloro che non conoscono questa attività sportiva , il baskin si ispira al basket ma ha caratteristiche particolari ed innovative,  permette a giovani normodotati e giovani disabili di giocare nella stessa squadra, permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale) che consenta il tiro in un canestro.

Il baskin non si è fermato e le pagine facebook, instagram e youtube sono davvero piene di iniziative che coinvolgono i giocatori, i familiari, gli allenatori e i dirigenti che esprimono le proprie “altre competenze” senza esclusione di colpi.

I primi messaggi riprendevano con creatività le frasi diventate poi simbolo del periodo: “distanti ma uniti” “andrà tutto bene” “io resto a casa” per arrivare nelle ultime giornate a sfide addirittura internazionali. Le squadre avevano un capitano e dovevano rispondere a domande sul baskin, piuttosto che mimiche facciali o travestimenti fantasiosi.

Ma la fantasia non ha limiti: dalle attività culinarie, musicali oltre che artistiche, ad esempio il Baskin Soncino, Asd Sport4All e il Baskin Bergamo hanno organizzato dirette su instagram con personaggi del mondo del baskin e del basket anche a livello internazionale, il Baskin Padova ha lanciato la sfida “Canta che ti passa” in cui il canto (assieme al ballo, al mimo, al suono, al gioco) era accompagnato da disegni, palleggi e di tutto di più. Solo esempi da nord a sud Italia sono state tantissime le iniziative nel periodo del lockdown.

Domenica 24 maggio alle ore 15.00 si sfideranno la squadra delle Pantere di Cusano Milanino e la squadra di S.Michele di Cremona. Molte altre sono state le storie e le attività che ogni squadra ha pensato, creato e pubblicato sempre con l’obiettivo di includere tutti e di essere squadra dentro e fuori dal campo. Se si curiosa sulle pagine facebook si possono trovare tantissimi video creativi.

Accanto alla parte “social” si è rafforzata una forte rete (forse meno evidente) che vive sui gruppi whatsapp, tra le telefonate, le videochiamate. Una rete che si prende cura e che sostiene fatiche, desideri e identità condivise. Molti video sono stati condivisi e sono presenti sulla pagina facebook del baskin.cremona e sulle pagine delle relative squadre.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.