Tempo di lettura: 2 minuti

Verona. La maestosità e spettacolarità sono da sempre il trionfo dell’opera all’Arena durane l’estate, mentre l’Opera Festival all’Arena entra nel vivo degli spettacoli in cartellone, sino al 22 settembre il prestigioso Palazzo della Gran Guardia di piazza Bra ospita una mostra che rende l’opera all’Arena di Verona ancora più magica ed emozionante.

Con un corpus di oltre 140 opere dell’Archivio Storico della Fondazione Arena di Verona, Waiting for the Opera – L’Opera in mostra svela l’Arena attraverso il suo Archivio, documentando la storia del Festival Lirico Areniano dalla sua nascita, nel 1913, e fino ai nostri giorni. Proposta dalla Fondazione Arena di Verona come completamento dell’esperienza operistica, la mostra presenta bozzetti, costumi di scena, figurini, fotografie d’epoca, registrazioni audio e video, esposti in cinque sezioni tematiche, una per ognuno dei titoli in cartellone quest’anno all’Arena di Verona Opera Festival:

Aida – Tosca – Il Trovatore – La Traviata – Carmen

Posta nella piazza principale di Verona, a pochi passi dal suo magnifico Anfiteatro romano che ogni estate si trasforma nel teatro lirico all’aperto più grande al mondo, la mostra celebra il Festival Lirico Areniano attraverso il lavoro di grandi interpreti, di famosi registi, di scenografi di alto profilo e di costumisti pluripremiati: da Maria Callas a Franco Zeffirelli, da Pino Casarini a Gabriella Pescucci.

Una tappa obbligata per tutti coloro che giungono a Verona per assistere al Festival Lirico, ma anche per chi desidera conoscere un mondo fatto di musica, di colori, di spazi disegnati, di tessuti, di recitazione, di luci, di artisti. Nelle giornate d’opera all’Arena di Verona, la mostra è visitabile con orario prolungato fino le ore 20.30: un’occasione imperdibile per prepararsi alla magia dello spettacolo poco prima di entrare nel tempio della lirica a cielo aperto.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *