Casalmaggiore, Cremona. Si chiama orienteering uno sport che premia chi riesce a esplorare con sicurezza un territorio sconosciuto. È caratterizzato da una gara a cronometro dove i partecipanti usano una mappa dettagliata per raggiungere i punti di controllo scegliendo il percorso migliore.

Da tempo la società ASD Interflumina ha dato spazio a questa affascinante disciplina che coniuga la prestazione atletica con la scoperta del territorio.

Domenica 18 novembre ospita il Gran Prix di Orienteering, gara interregionale di corsa orientamento. Tutti possono partecipare.

Questo sport si può praticare sia in bosco che in città, sia a livello amatoriale, come se fosse un’escursione fuori porta, sia a livello agonistico.

L’orienteering si corre sia nei boschi più belli d’Italia con mappe colorate in cui le colline, i sentieri, i sassi e perfino le piccole radure sono riportate con grande precisione, sia nelle città o nelle campagne.

È una prova contro il tempo, in cui si deve raggiungere il traguardo transitando da tutti i punti di controllo segnati sulla carta e indicati sul terreno da bandierine bianche e arancioni chiamate lanterne. Vince chi oltre a correre veloce, sceglie il percorso migliore passando da tutte le lanterne indicate sulla mappa.

Il programma:

ore 9 ritrovo presso il centro sportivo Comunale Baslenga

ore 10 inizio gara con partenza a 700 metri dal punto di ritrovo

carta di gara centro storico di Casalmaggiore e bosco della golena del Po