Cremona – La galleria Il Triangolo lancia #LOSPAZIOVUOTO, un’iniziativa rivolta a tutti gli artisti che desiderino esprimere, attraverso una personale creazione, uno degli aspetti del vivere che la situazione di isolamento imposta dall’emergenza Covid-19 ci ha fatto scoprire (o riscoprire): la dimensione del vuoto.

Gli artisti interessati possono partecipare a #LOSPAZIOVUOTO inviando entro il 15 maggio un’immagine delle loro creazioni: pitture, opere grafiche (dal disegno a mano libera alle illustrazioni digitali), fotografie, ispirate dalla dimensione del vuoto. Un vuoto di spazio e di tempo che rallenta il flusso delle ore, delle azioni e dei pensieri, che trasfigura paesi e città, che ci offre nuove e inconsuete occasioni di riflessione.

Le opere selezionate saranno pubblicate sui canali social della galleria Il Triangolo e, a giugno, saranno protagoniste di un’esposizione digitale che sarà possibile visitare virtualmente sul sito e su Artland, la piattaforma dedicata all’arte contemporanea.

La selezione delle opere sarà curata da Leonardo Caldonazzo, proprietario della galleria Il Triangolo, Raffaella Colace, storica dell’arte e direttrice della galleria, Sara Fontana, storica e critica d’arte e dall’artista Ettore Favini.

Leonardo Caldonazzo, giovane studente di Economia, appassionato d’arte, ha riaperto nel 2018 la storica galleria cremonese Il Triangolo, chiusa ormai da alcuni anni. Rinnovata nella sede dell’architetto Eugenio Bettinelli, lo spazio ha inaugurato il suo nuovo capitolo di attività con la mostra Oltre Corrente: Treccani e i suoi amici (27 ottobre – 25 novembre 2018), organizzata in collaborazione con Spirale Arte di Milano, a cui sono poi seguite altre esposizioni.

Raffaella Colace, specializzata in Storia dell’Arte Medioevale e Moderna all’Università Cattolica di Milano, è professionalmente attiva nell’ambito dell’arte moderna (autrice di saggi e schede in cataloghi di mostre e musei, consulente e collaboratrice di istituzioni pubbliche e private, antiquari e società di servizi per l’arte), ma attenta anche al sistema dell’arte contemporanea, in seno al quale ha tenuto conferenze, presentato mostre e organizzato eventi legati al collezionismo, oltre ad aver curato il volume sugli Artisti cremonesi. Il Novecento. E’ direttrice della Galleria il Triangolo da giugno 2019.

Ettore Favini, artista, fonda la sua ricerca su studio, osservazione e dialogo, realizzando opere sitespecific concepite come organismi vivi, mai conclusi, di cui il fruitore diventa parte attiva. Nel 2019 vince il Bando Italian Council MIBACT col progetto di una mostra personale attualmente in corso presso il Carré d’Art Contemporaine a Nȋmes. Già vincitore del Premio Artegiovane delle Camere di Commercio di Milano e Torino (2005) e del Premio New York presso la Columbia University (2007), Favini vede entrare nelle collezioni del Museo del 900 di Milano l’opera Atlantico, realizzata in occasione delle celebrazioni Leonardesche. Varie sono le mostre personali, tra cui le più recenti sono state tenute presso: Museo MAN di Nuoro, Museo di Arte Contemporanea Villa Croce, Genova; Istituto Italiano di Cultura, Tirana. Tra le mostre collettive: Autostrada Biennale, Prizren; OCAT, Shanghai; PAC, Milano; SongEun Art Space, Seoul. È docente nel Corso di Visual Arts di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e Roma, insegna pittura presso l’Accademia di Belle Arti G.Carrara di Bergamo.

Sara Fontana è storica e critica dell’arte contemporanea, curatrice e pubblicista indipendente. Si è specializzata in Storia dell’Arte Contemporanea all’Università Cattolica di Milano, dove ha poi conseguito un dottorato di ricerca. È professore a contratto di Storia dell’Arte Contemporanea presso il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali (Cremona) dell’Università degli Studi di Pavia. I suoi contributi riguardano in particolare la pittura e la scultura italiane del XX secolo, con studi monografici e ampie ricognizioni territoriali in area lombarda. Come curatrice indipendente, collabora da anni con enti pubblici e gallerie private