Tempo di lettura: 2 minuti

Mantova – Venerdì 10 agosto è una data particolarmente importante e suggestiva: sotto le stelle del tradizionale appuntamento dei “Calici, a San Gimignano (Siena), ritroviamo un artista (che si autodefinisce cantautore per scelta e “appassionato di musica” per DNA) che – tra i fantasmi del rock’n roll e i neo-romantici della canzone d’autore italiana – ci fa piacere vedere in forma e rinnovato.

Si tratta di Luca Bonaffini, mantovano classe 1962, noto al grande pubblico per la sua storica collaborazione con Pierangelo Bertoli, con il quale ha collaborato dalla metà degli anni ’80 fino ai primi anni ’90. Bonaffini, discreto e riservato di carattere, è in realtà uno scrittore prestato alla musica, alla quale, come lui stesso è solito dichiarare, si approccia con grande umiltà.

Pierangelo Bertoli e Luca Bonaffini

Eppure il suo curriculum, sconosciuto alla maggior parte della gente, vanta: tredici album da solista, una decina di spettacoli di teatro canzone (tra i quali “D(i)ario Gay” scritto con Dario gay ed Enrico Ruggeri) e tre romanzi. Scavando inoltre si scoprono prestigiose collaborazioni, come quelle con Flavio Oreglio e Claudio Lolli, e che alcune canzoni sue sono state interpretate da songwriter made in Italy come Fabio Concato, Grazia Di Michele e Nek.

Tutto cominciò nel 1988, quando vinsi la Targa Critica Giornalistica al Premio Rino Gaetano, creato da Pino Scarpettini, produttore e musicista”, ricorda Bonaffini.

Dopo trent’anni, sarà lo stesso Scarpettini a richiamarlo su quel palco per consegnargli il Premio alla Carriera. Bonaffini, per l’occasione, omaggerà il vecchio amico e produttore con una performance pensata e ideata apposta per l’evento, insieme al collega Flavio Oreglio (scrittore, musicista e noto al grande pubblico per le “poesie catartiche” di Zelig).

A fine settembre il cantautore mantovano uscirà con un nuovo progetto discografico, intitolato “Il cavaliere degli asini volanti”, edito dalla sua neonata casa editrice- musicale e scritto insieme al compositore torinese Roberto Padovan.

Alcune canzoni del nuovo lavoro saranno presentate in anteprima all’interno del tradizionale appuntamento “Asino Day” che si terrà domenica 9 settembre presso il Centro Natura Amica di Gussola (Cremona).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *