Mi scrive Luce, 37 anni, femmina, mano destra

grafo_luce3_37

Luce mi invia, gentilmente, anche alcuni scritti del 1999.
Un confronto tra questi e la grafia odierna porta a riconoscere un forte cambiamento, soprattutto per quanto riguarda l’elasticità mentale.
Rimangono, immutate, le caratteristiche di:

  • buona visione mentale delle cose, dei fatti, degli accadimenti in ampio quadro; in altre parole: buona visione panoramica delle circostanze e delle conseguenze
  • prudenza
  • capacità scientifiche
  • senso del decoro
  • senso di responsabilità
  • buon equilibrio tra emozioni, spinte sentimentali reattive e razionalizzazione

Ma se tra il 1999 ed oggi, il senso dell’Io è divenuto più forte; la creatività ha avuto modo di espandersi; è però iniziato un cambiamento che permette a Luce di lasciarsi andare in alcune manifestazioni (con successivo pentimento, spesso) con susseguente chiusura di rimbalzo.

Nel 1999, Luce accettava anche i problemi altrui, riusciva a parlare e a dare la propria confidenza più di oggi: ma in generale, con humanitas del tutto affettiva. Oggi, agli slanci di cordialità si accostano sensi di rifiuto per i compromessi; ricerca di rapporti più idealistici che materialistici. In questo ultimo settore compaiono anche timori inerenti la salute, il guadagno, la sicurezza propria ed altrui.

In particolare, nel momento in cui vergava la grafia da spedirmi, Luce era in fase contradditoria: avrebbe desiderato fidarsi, ma non ne era del tutto convinta.
Altre due caratteristiche risultano forti ed impregnanti il vissuto:

  • desiderio di indipendenza (soprattutto dalla figura maschile)
  • conflittualità con la parte femminile dell’habitat (ed anche del sé)

Sostanzialmente, Luce è diventata più forte e più capace di contenere le proprie emozioni che, comunque, continuano un lavorio sommerso e potrebbero portarla a stancarsi facilmente; a sentirsi sola; a volere essere, nuovamente, quella di cinque anni fa: meno serena, ma più “viva”.
Luce sta diventando o è già diventata “qualcuno”.
Basta non si dimentichi di sé.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.