Lumezzane (Brescia) – Alessio Boni e Omar Pedrini, due figure di spicco del mondo teatrale e musicale italiano unite da progetto inedito, apriranno venerdì 25 ottobre la 21ma Stagione del Teatro Odeon promossa dal Comune di Lumezzane con una serata che ha il sapore di un evento.

Alessio Boni da piccolo avrebbe voluto fare la rockstar, Omar Pedrini l’attore. Dai loro desideri è scaturita l’idea di uno spettacolo insieme. 

L’hanno chiamato 66/67 perché dentro, in un susseguirsi di musica, visual, recitato e cantato dove i ruoli si possono anche scambiare, c’è la storia di due amici nati a pochi chilometri – separati dal lago d’Iseo – e a un solo anno di distanza: l’attore bergamasco è nato a Sarnico nel 1966 e lo “zio rock” bresciano leader dei Timoria nel 1967.

Cresciuti con gli stessi riferimenti musicali, sono entrambi convinti che alcune canzoni siano autentiche poesie. “Poesie spesso perdute, perché i testi sono per la maggior parte in inglese e non tutti li comprendono – afferma Boni -, lo scopo di questo concertato è di raccontare il contesto, spiegare il testo di una canzone, per poi farlo apprezzare a pieno con musica e canto”.

Alessio Boni e Omar Pedrini
Alessio Boni e Omar Pedrini

 Con il supporto di un’ottima live band (Stefano Malchiodi alla batteria, Larry Mancini al basso e Carlo Poddighe alle tastiere), i due compiono un viaggio dagli anni 60 ad oggi attraverso canzoni leggendarie diventate colonna sonora delle nostre vite: da John Lennon a Lou Reed, dai Pink Floyd a Simon & Garfunkel, da David Bowie a Bob Marley.

Un susseguirsi di brani potenti ed emozionali che si conclude con uno dei simboli del nostro teatro-canzone, a unire idealmente i differenti percorsi dei due protagonisti-interpreti: Giorgio Gaber di cui nel 2003, a poche settimane dalla scomparsa, esce Io non mi sento italiano.

Lumezzane ha il privilegio di essere tra i primi ad ospitare lo spettacolo, dopo una entusiasmante anticipazione estiva a Salerno per Napoli Teatro Festival e tre serate sold out al Ciro Menotti di Milano ai primi di ottobre per l’apertura del tour.  Il progetto musicale è firmato da Boni e Pedrini, i testi sono a cura di Alessio Boni con Nina Nina Verdelli, la produzione di Infinito srl con la distribuzione di Isabella Borettini.

La prevendita è chiusa: la quota di posti disponibili è esaurita.

Nella sera di spettacolo è prevista l’apertura di una LISTA D’ATTESA solo per chi si presenta direttamente alla biglietteria del teatro, per l’assegnazione delle ultime poltrone eventualmente ancora disponibili. L’iscrizione nella lista d’attesa non garantisce l’ingresso allo spettacolo. Non si accettano prenotazioni telefoniche. Ingresso 28 euro, 24 il ridotto.

Info presso la biglietteria del Teatro Odeon (Via Marconi 5 – 030.820162), aperta il martedì e il mercoledì dalle 18.30 alle 19.30. Nella serata di spettacolo il teatro apre alle ore 20.

Per lo spettacolo è attivo il servizio di bus-navetta gratuito da Brescia.
È a disposizione gratuitamente, per i possessori di abbonamenti e biglietti, una navetta da 28 posti che partirà alle ore 20.15 dalla Stazione Prealpino della Metro di Brescia e porterà il pubblico al Teatro Odeon di Lumezzane per poi, al termine dello spettacolo, riportare gli spettatori che hanno usufruito del trasporto all’andata alla stessa Stazione Prealpino della Metro di Brescia. Non sono previste soste durante il tragitto.