Verona. Naso all’insù per ammirare la luna, il Circolo Astrofili Veronesi, dopo aver a malincuore interrotto le osservazioni del nostro satellite causa covid, riprendono le serate della  “Luna in piazza Bra“, che da sei anni è diventata un punto di riferimento per molti,

Patrocinata dal Comune di Verona Assessorato alle Politiche Giovanili, è una iniziativa gratuita che verrà replicata con scadenza mensile per offrire a tutti i cittadini la possibilità di scrutare la Luna da vicino. Appassionati e curiosi troveranno infatti una serie di telescopi a loro disposizione in Piazza Brà (zona del Partigiano), meteo permettendo, per volgere il naso all’insù per ammirare la Luna e pianeti.“L’intento è quello di creare un punto di osservazione astronomica una volta al mese nel cuore di Verona. E’ un dato di fatto che le attività del Circolo Astrofili suscitino sempre un notevole interesse nella cittadinanza, come si è avuto modo di constatare in più occasioni. Il Comune di Verona ci ha permesso di sistemarci in una delle più belle piazze di Verona per poter coinvolgere più persone e soprattutto giovani, in questa interessante ed emozionante scienza quale l’astronomia”, spiega Natalino Fiorio, il presidente del Circolo Astrofili Veronesi. “Oltre all’osservazione saremo a disposizione per rispondere a domande e curiosità che le persone vorranno esporci durante l’iniziativa.”

Meteo permettendo e salvo nuove disposizioni comunali dell’ultimo momento, le date per i prossimi appuntamenti, contando su cieli sereni. In caso di pioggia l‘osservazione sarà annullata.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome