Tempo di lettura: 2 minuti

Bergamo – Quattro lezioni per esplorare il cinema e i film come parte di un più grande mappamondo, quello della cultura cinematografica, allo scopo di comprendere il sistema del cinema internazionale e del nostro Paese.

È l’obiettivo del corso “L’universo del cinema” a cura di Roy Menarini, proposto dall’Associazione Bergamo Film Meeting Onlus, che si svolgerà nei pomeriggi di venerdì 16 e sabato 17 febbraio e di venerdì 23 e sabato 24 febbraio, presso lo Spazio ParolaImmagine – GAMeC | Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, in via San Tomaso, 53.

Durante le quattro lezioni si affronteranno le nozioni relative alle culture della produzione/distribuzione/esercizio, quelle della critica cinematografica, del film come prodotto e come valore culturale, per poi soffermarsi sui festival e sull’insegnare il cinema e il linguaggio: dalla storiografia all’analisi del film.

Questo approccio mira a unificare le molte dimensioni che per solito vengono affrontate separatamente. Strumenti di questo tipo potranno chiarire i processi culturali, simbolici e anche decisamente pratici che chi si occupa di cinema, e non solo, deve maneggiare con competenza, nessuno escluso.

E’ un progetto di Bergamo Film Meeting Onlus, con il sostegno Fondazione Cariplo e in collaborazione con GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.

Roy Menarini insegna Cinema e Industria Culturale presso l’Università di Bologna. Dirige la rivista Cinergie – Il cinema e le altre arti. Studia le trasformazioni dei media digitali, della critica e della cultura cinematografica. Ha pubblicato numerosi volumi dedicati alla storia del cinema italiano e al cinema contemporaneo. Ha scritto di recente “Il corpo nel cinema” (B. Mondadori, 2015). Collabora a varie testate, tra cui Film Tv e MyMovies. È consulente e docente anche presso la Cineteca di Bologna, oltre che per diversi Master universitari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *