Tempo di lettura: < 1 minuto

La Slovenia, Regione Gastronomica Europea 2021, è un paese davvero generoso di ottimo cibo.

La ricchezza dei sapori, però, non si manifesta solo nel piatto, ma anche in calici e boccali. Oltre agli eccellenti vini – quelli selezionati delle 3 regioni vinicole slovene con 9 distretti vinicoli sono tra i migliori al mondo per qualità – la Slovenia può vantare anche ottimi tipi di birra ed una tradizione della coltivazione del luppolo tutta da scoprire.

La storia della birra inizia tra le verdi piantagioni di luppolo che, pur essendo impiegato in dosi limitate, apporta un contributo davvero caratterizzante a livello organolettico. Sapevate che la Slovenia è uno dei maggiori produttori “di oro verde” al mondo?

Al quarto posto tra i paesi produttori in Europa dopo Germania, Rep. Ceca e Polonia, la Slovenia è specializzata in varietà aromatiche, tra cui la principale è la Super Styran Aurora.

Gli agricoltori che producono luppolo sono attualmente poco meno di 150 e la superficie media per agricoltore è di circa 10 ettari. La zona dedicata alla sua coltivazione è la Bassa Valle della Savinja, a nord-est di Lubiana.

Qui, chi desidera conoscere più a fondo la tradizione della birra e del luppolo può visitare l’Ecomuseo della coltivazione del luppolo e della produzione della birra nella città di Žalec, oggi famosa grazie alla prima fontana della birra al mondo.