Tempo di lettura: 3 minuti

Bergamo. In una delle Piazze più suggestive d’Europa, Piazza Vecchia a Bergamo Alta, gioiello dell’architettura rinascimentale, preservata dal traffico degli autoveicoli, spunta una passerella di 68 metri in legno, regina indiscussa della manifestazione I Maestri del Paesaggio, la kermesse organizzata da Comune di Bergamo e Arketipos fino al 25 settembre.

maestri del paesaggio2
Costruzione della passerella in legno in Piazza Vecchia a Bergamo

Le aziende bergamasche del legno, eccellenza italiana nel mondo nella lavorazione del materiale, riunite nell’iniziativa “Il Legno dalla Natura alle Cose”, con i quattro Gardener Supporter della manifestazione, Cooperativa della Comunità, Giardini Arioldi, soc. Agr. Locatelli Franco & figli e Verde Idea, stanno realizzando la camminata frutto dell’estro di Stefan Tischer, professore di Architettura all’Università di Alghero e paesaggista internazionale che ha dato forma all’energia creativa dei 16 studenti della Summer School 2015. Di fianco a Tischer, la paesaggista Lucia Nusiner a cui è affidato l’allestimento green e Maurizio Quargnale che ha curato l’illuminazione.

La passerella, accessibile dalle ore 9.00 alle 22.00 (alle ore 23.00 i venerdì e i sabato), proporrà i cinque paesaggi (urbano, alluvionale, submontano, montano e alpino) della terra orobica. Passeggiando sui 68 metri di lunghezza per un’altezza di 4 metri, per i visitatori sarà come camminare idealmente dalla pianura alla montagna.

Maestri del paesaggio - costruzione passerella
Costruzione della passerella in legno in Piazza Vecchia a Bergamo

I Maestri del Paesaggio, che da sei anni porta in Italia i migliori Garden e Landscape designer internazionali, rifletterà, attraverso il focus “Wild Landscape”, sul bisogno sempre più esplicito dell’uomo moderno di riconnettersi con la natura, importandola nel quotidiano.

Proporre il tema del Wild Landscape significa in primo luogo rendere manifesto un paradosso e provocare attorno a questo una riflessione: che cosa vuol dire “progettare wild”? Probabilmente dare spazio al bisogno latente e oggi sempre più esplicito dell’uomo contemporaneo di relazionarsi con la natura e di “importarla” in modo evidente nel quotidiano. Significa allora prima di tutto prendere in considerazione la complessità e la biodiversità di un territorio e poi rappresentarla in modo eloquente ed esteticamente valido.

Esplicita dimostrazione del focus è l’esercizio suggerito dall’installazione: estrarre dalla natura orobica una striscia che ne rappresenta la biodiversità e ricollocarla su una passerella ondulata. Creare di fatto un’installazione scultorea e un’esperienza didattica per chi la fruisce.

maestri del paesaggio3
Spunta la passerella di 68 metri in legno, regina indiscussa della manifestazione I Maestri del Paesaggio

Diciannove giorni di meeting, incontri e riflessioni a tu per tu con le più famose archistar del paesaggio, installazioni verdi e spettacoli di luce in una dimensione di sogno e incanto per adulti e bambini. Il tutto nella cornice di natura e bellezza di Bergamo Alta e Bassa.

Gli allestimenti 2016 delle Green Square Piazza Vecchia e Piazza Mascheroni, gli spettacoli di luce in Porta San Giacomo, Torre della Campanella, Piazza Vecchia, Torre del Gombito, Piazza Mercato delle Scarpe, la mostra dedicata alle iniziative delle imprese indirizzate alla qualificazione del verde in modo intelligente sono solo alcuni esempi degli eventi in programma il cui culmine è atteso con l’International Meeting of the Landscape and Garden, il 23 e 24 settembre al Teatro Sociale, dove le menti più geniali del landscaping mondiale si confronteranno su idee e progetti di ampio respiro.

Moltissime le novità per l’edizione 2016: il #Greendesign, il #Greenfashion, il «Life Gestire 2020», che vanno ad aggiungersi ai capisaldi della Manifestazione: il Valfredda Perennials Seminar, l’Alpine Seminar, Workshop di fotografia, gli Aperitivi di Paesaggio e Obiettivo sulla Piazza Verde e dintorni, il contest fotografico aperto a tutti ormai alla sua 5ª edizione. Attesissima anche la terza edizione della Summer School, a cui parteciperanno studenti europei esperti di paesaggio, e grande attenzione sarà dedicata ai bambini con molti eventi #Kids in programma nei week end.

CONDIVIDI
Roberta Mobini
Nata e cresciuta a Leno. Entro a far parte di Popolis dal primo agosto 2016. Studio Scienze matematiche all'Università Cattolica di Brescia. Estremamente curiosa, le mie passioni sono la lettura, l'attività fisica e soprattutto gli animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *