Tempo di lettura: 2 minuti

Crema, Cremona. Il Comune di Crema, Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, e Cisvol – CSV Cremona promuovono un corso gratuito e aperto a tutti i cittadini intitolato “Mafie: le retoriche e le inchieste. Come riconoscere un oggetto troppo noto”.

Il corso si tiene domenica 9 aprile nella Biblioteca di Crema, dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 fino alle 18.00. Il docente è Gianni Belloni, giornalista de L’Espresso e Il Fatto Quotidiano Online, esperto di ambiente e criminalità organizzata, formazione e sviluppo locale.

Nella prima parte della giornata Belloni si concentrerà sull’inchiesta e sulla conoscibilità del contesto sociale, approfondendo poi il concetto e la tipologia di mafie secondo la mobilità e i contesti, le appartenenze e le reti. “Mafie sfuggenti: trappole nel percorso di conoscenza” è invece il titolo dell’ultima parte del corso, nella quale si affronterà il tema delle, fonti, e delle rappresentazioni dell’agire mafioso e dell’antimafia.

Gianni Belloni è autore, su questi temi, di articoli su riviste, blog e siti d’informazione. È membro del comitato scientifico del Laboratorio di analisi e ricerca sulla criminalità organizzata (Larco) dell’Università di Torino. Ha curato un volume sullo sviluppo del Veneto: “Contrade a venire. Il Veneto dopo il Duemila. Idee e voci per una regione più verde” (Nuovadimensione, 2005). Tra le altre pubblicazioni: “Camorra e criminalità ambientale in Veneto” (in «Meridiana», 2012, 73-72); “Imprenditori e camorristi in Veneto. Il successo del logo casalese” (con A. Vesco, in “Mafie del nord. Strategie criminali e contesti locali”, a cura di R. Sciarrone, Donzelli, 2014).

Al termine del corso è previsto un aperitivo con i prodotti di Libera Terra.

La richiesta di iscrizione può essere effettuata scrivendo all’indirizzo mail: crema@cisvol.it

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *