Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. La Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità è stata l’occasione per la comunità cremonese di adottare il Manifesto della comunicazione non ostile, nella traduzione in linguaggio Easy to Read – facile da leggere e da capire.

L’obiettivo, sostenuto  dal Comune di Cremona – Sportello Antidiscriminazioni, Anffas Cremona, Coop. Sociale Ventaglio Blu, è di responsabilizzare ed educare gli utenti della Rete a scegliere forme di comunicazione non ostile, adottando i principi lanciati da Parole O_Stili, l’associazione triestina che ha dato vita al Manifesto e ne promuove la diffusione.Il potere delle parole: commuovono, uniscono, scaldano il cuore. Oppure feriscono, offendono, allontanano. In Rete, spesso l’aggressività domina tra tweet, post, status e stories. È vero che i social media sono luoghi virtuali, ma è vero che le persone che vi si incontrano sono reali, e che le conseguenze sono reali. Per questo oggi, specie in Rete, dobbiamo stare attenti a come usiamo le parole. Parole O_Stili ha l’ambizione di ridefinire lo stile con cui le persone stanno in Rete, vuole diffondere l’attitudine positiva a scegliere le parole con cura e la consapevolezza che le parole sono importanti.

Il Manifesto della comunicazione non ostile è una carta che elenca dieci principi utili a migliorare lo stile e il comportamento di chi sta in Rete, con lo scopo di favorire comportamenti rispettosi e civili in un mondo virtuale che deve diventare un luogo meno violento, accogliente e sicuro per tutti.

Il Manifesto della comunicazione non ostile:

Regola 1
Su internet dobbiamo scrivere soltanto le cose che poi abbiamo il coraggio di dire di persona.

Regola 2
Quando scriviamo su internet dobbiamo fare attenzione alle parole che usiamo. Dobbiamo usare le parole che ci piacciono di più e che usiamo più spesso.

Regola 3
Prima di scrivere qualsiasi cosa su internet bisogna pensarci bene due volte. Se ci pensiamo due volte prima di scrivere possiamo dire cosa pensiamo nel modo più giusto.

Regola 4
Prima di parlare con un’altra persona bisogna ascoltare cosa dice.

Regola 5
È importante scegliere bene le parole per aiutarmi a capire gli altri e a farmi capire dagli altri.

Regola 6
Le parole che scrivo possono fare del male agli altri. Devo stare molto attento a non fare male agli altri.

Regola 7
Prima di condividere con i miei amici un’immagine o un testo che ho trovato su internet devo controllare che non sia una bugia e che possa aiutare anche miei amici.

Regola 8
Se non vado d’accordo con una persona posso discutere con lei ma devo sempre rispettarla.

Regola 9
Non devo mai insultare nessuno anche se non andiamo d’accordo.

Regola 10
A volte è meglio rimanere in silenzio piuttosto che parlare.