Tempo di lettura: 3 minuti

Un’alleanza per il futuro il “Manifesto delle donne per la Terra”, redatto in questi giorni di primavera. La carta dei valori di Donne in Campo, liberamente ispirato dalle parole di Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Cervi e speciale “Madrina” del Manifesto.

Donne in Campo-Cia è l’Associazione italiana di imprenditrici e donne dell’agricoltura, riconosciuta sul territorio, presso le Istituzioni nazionali, europee ed internazionali e apprezzata dai cittadini che conoscono i mercati agricoli con le loro eccellenze del gusto e le tante altre iniziative innovative.

L’Associazione crea ‘reti’ di donne sul territorio rurale, tesse relazioni tra le aziende e costruisce comunità e gruppi locali. Il connubio straordinario tra donne e agricoltura passa attraverso l’amore per la terra, l’attenzione alla salubrità dei prodotti e ai processi produttivi, attraverso l’impegno a tramandare le culture locali alle nuove generazioni e nell’innovazione, caratteristica determinante dell’imprenditoria femminile.

Ecco il manifesto:

“Siamo  nel mezzo di una grande svolta, alle soglie di un nuovo cambiamento e crediamo nella possibilità di aprire la strada del futuro attraverso un’Alleanza tra le donne di tutto il mondo che sia una connessione dei pensieri, di volontà, di soluzioni ai gravi problemi di oggi.

Vogliamo portare con noi la nostra storia, ricucire gli strappi tra passato e futuro, figlie di un’epoca di donne che ha fatto la storia italiana, ma anche madri di una nuova generazione: quella del prossimo futuro che dovrà conservare dentro di sé la forza dei loro valori.

I valori dell’amore per la terra, del rispetto per la vita, per le comunità, per la bellezza, per la cultura, per la protezione dei diritti dei più deboli. Un’idea di armonia e di gratuità, l’energia di una cultura che ci guidi con la stessa forza morale con cui nel passato ci ha portato a importanti cambiamenti. Vogliamo restituire dignità e attenzione al ‘pensiero’ delle donne: non sprechiamo l’energia femminile!

Pensiamo come Donne in Campo che l’agricoltura del futuro debba nutrire la salute e il benessere, ricamare paesaggi, intessere comunità, produrre biomateriali, conservare biodiversità e tradizioni, custodire semi, coltivare foreste, fornire fitoterapici, ristabilire equilibri naturali: l’etica del produrre è la nostra visione.

Oggi le sfide non sono distinguibili: la battaglia per un’agricoltura competente, quella per la sopravvivenza dell’umanità, per i diritti dei più deboli, la giustizia, la nutrizione, la salute e l’educazione. Le donne impegnate in agricoltura devono far sentire la propria voce, insieme a quella di tutte le altre!

Chiediamo a tutte le donne di svolgere il compito grandissimo di tracciare la strada del futuro, portando con sé e utilizzando la propria energia femminile nel lavoro, nella vita e nell’impegno politico, in famiglia e tra le comunità.

Ѐ un’occasione storica e una grande battaglia per la governance: le donne devono essere là dove si decide ed esserci con tempi e modi coerenti con la loro natura.

Vogliamo costruire un’alleanza con le donne di tutto il mondo; dobbiamo dare loro la forza perché guidino culturalmente e democraticamente le prospettive comuni. C’è bisogno di una visione univoca tra le donne che sono nei luoghi strategici del pianeta, nelle campagne, ma anche alla guida degli Stati in Africa, Asia, America Latina. Una grandissima unità per il cambiamento del mondo.

Un’alleanza fortissima per la vita, l’ambiente e la pace: per costruire un mondo migliore in cui vivere c’è bisogno di donne che pensino un modo nuovo di stare al mondo e di essere umani.

Dalle donne della terra nasce questo pensiero che lasciamo cadere come un seme affinché germogli! Un messaggio di fiducia che sbocci nel nostro futuro collettivo.”