Approda al Senato il disegno di legge di bilancio per il 2018. Gli emendamenti potranno essere presentati all’Assemblea entro il prossimo 20 novembre.

Come già anticipato ci sono buone notizie per le imprese: vengono infatti riconfermati per tutto il 2018 gli incentivi fiscali a sostegno degli investimenti aziendali e viene inoltre introdotto un nuovo bonus per le spese di formazione.

Per il superammortamento l’aliquota passerà al 130%, mentre l’ipermmortamento è confermato al 250% per i beni Industria 4.0 e al 140% per i beni immateriali.

Per il rifinanziamento della Legge Sabatini ci sono 330 milioni di euro, con riserva del 30% per gli investimenti in tecnologie 4.0, altri 300 milioni di euro per la proroga del credito di imposta Sud.

Cambia rispetto ai primi annunci la formulazione del credito d’imposta per le spese di formazione 4.0. Il beneficio sarà pari al 40% delle spese relative al solo personale dipendente, con un massimo di 300 mila euro. Le attività di formazione dovranno essere svolte per acquisire o consolidare conoscenze per l’applicazione di big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali. Per il 2018 ci saranno a disposizione 250 milioni di euro.

Segnaliamo inoltre la previsione di un nuovo Fondo per il capitale immateriale, la competitività e la produttività, in capo al Ministero dell’economia e delle finanze. Servirà a finanziare in particolare progetti di ricerca e innovazione da realizzare in Italia ad opera di soggetti pubblici e privati, nelle aree strategiche del Paese.