Verona. Sarà una serata speciale mercoledì 2 settembre nel cortile ovest dell’Arsenale alle ore 21: due giovani e valenti musicisti, Matteo Ferrari e Simone Cappello della Compagnia Gino Frangi, interpretano alcune delle più belle melodie italiane composte tra il 1915 e il 1945. Ne è nato un concerto delle più celebri “canzonette” trasmesse dalla radio dell’epoca, in un clima di conflitti, dittature e censure: canzoni scritte per creare momenti di distrazione e far sognare. In realtà erano brani di straordinaria modernità che esaltavano la tradizione italiana contaminandola con la musica jezz e lo swing d’oltreoceano.

Un’occasione per ricordare la storia del secolo scorso ascoltando brani indimenticabili: In cerca di te, Non ti scordar di me, Voglio vivere così, Camminando sotto la pioggia, Il pinguino innamorato, Parlami d’amore Mariu, Ma l’amore no…….

Serata speciale organizzata con il sostegno del Centro Servizi Volontariato di Verona per sensibilizzare all’attività di volontariato rivolta in particolare alla terza età in cui la Compagnia Gino Franzi è impegnata.

Difatti per la Compagnia Gino Franzi la ricerca di vecchie canzoni, pezzi recitati, spartiti e filmati d’epoca è una vocazione, ma anche di biografie di artisti ha permesso di costruire un ricco archivio sull’argomento da cui attingere. Le canzoni riuscivano a far rivivere in modo semplice ma fortemente evocativo le vicende dei primi cinquant’anni del secolo scorso, tanto che è stato possibile raccontare con la musica popolare la storia d’Italia di quegli anni, restituendone la colonna sonora.

Il gruppo si è allargato e ha scelto di prendere il nome di Compagnia Gino Franzi, richiamandosi al personaggio più emblematico e dimenticato di quella cultura musicale di inizio secolo. Dal 2003 la Compagnia Gino Franzi è un’associazione di volontariato ONLUS, riconosciuta dalla Regione Veneto, costituita da un gruppo amatoriale che realizza spettacoli teatrali, di intrattenimento e attività volte alla promozione sociale e culturale.