Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. È l’edizione zero la gara in programma per domenica 3 giugno nelle acque del grande fiume: la Maratona Internazionale Nuoto in Po Cremona/Casalmaggiore di 52km, la gara di nuoto più lunga d’Europa. Organizzata da AssoPo con i suoi partners, attraverso il veicolo dell’impresa sportiva, intende sollecitare le persone su diversi aspetti del vivere.Innanzitutto parliamo di sport, quindi dei valori del sacrificio quotidiano profuso per raggiungere il proprio obbiettivo, la pianificazione, la determinazione, solo per fare alcuni esempi. Poi c’è la sfida con l’ambiente, col Grande Fiume che scorre imponente per il quale bisogna portare il massimo rispetto, e la sfida con sé stessi prima e con gli avversari poi. Infine la condivisione di un obbiettivo comune che insieme atleti, assistenza, e staff intendono raggiungere attraverso un’esperienza unica e irripetibile.

Il Nuoto in Fiume è un’attività senza alcun impatto ambientale: non servono impianti sportivi, non servono interventi di alcun genere: il nuotatore e la sua barca d’appoggio sfruttano ciò che è già presente, ed in perfetta sintonia con la natura si immergono nell’attività.

A distanza l’occhio vigile di chi è pronto ad intervenire in caso di emergenza: gli OPSA (Operatore Polivalente Soccorso in Acqua) della Croce Rossa Italiana sezione di Cremona, coadiuvati dalla Protezione Civile e dal Rescue Team di Vigevano con le loro moto ad acqua.

Proprio questo sintonico connubio uomo/ambiente eleva il Nuoto in Po ad attività riconducibile per la candidatura del tratto del Grande Fiume a Patrimonio Ambientale dell’Umanità (MaB-UNESCO).

Tra gli obbiettivi si intende riavvicinare le persone al Fiume, grande bellezza naturale, grande patrimonio della nostra storia, che nel recente passato è stato vittima di inquinamento ed oggi è nuovamente valorizzato e lo deve essere sempre più, come esso merita.E’ il momento di riappropriarsi di ciò che ci appartiene nel massimo rispetto: riavvicinare le persone al Fiume non significa invitare a fare il bagno d’estate, questo è pericoloso; l’approccio al nuoto in fiume deve essere preparato con cura, con l’adempimento dei protocolli di sicurezza messi a punto in anni di attività, e con la preparazione fisica adatta.

Il programma:
Ore 8.45 ritrovo dei barcaioli presso il Lungo Po Europa
Ore 9.15 arrivo degli atleti col pullman presso il Molo 53
Ore 9.30 partenza dei nuotatori
Ore 16.00 previsto l’arrivo dei primi a Casalmaggiore
Ore 17.30 Premiazioni c/o Polisportiva Amici del Po Casalmaggiore
Ore 18.00 Fine Manifestazione

AssoPo ringrazia per la fattiva collaborazione tutti i soci, i Presidenti delle ASD, i volontari amanti del fiume che con la loro opera appassionata e gratuita rendono possibile un evento che può definirsi eccellenza in Europa nel suo genere.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *