Brescia – Dal 13 marzo al 5 aprile scorso su Facebook e Instagram La Melagrana ha proposto la Discovery Museum Challenge, una sfida in 10 tappe ciascuna delle quali dedicata alla scoperta di un sito museale del territorio gardesano, valsabbino e dell’alto mantovano.

In un periodo di chiusura forzata, l’intento era quello di avvicinare i musei ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie coinvolgendoli in prove divertenti, creative e al contempo educative.

Durante la Challenge sono state proposte circa 30 attività diversificate in base all’età. I partecipanti che hanno risposto alle sfide con lavori molto creativi avevano un’età compresa tra i 5 e i 12 anni.

Sono risultati vincitori cinque bambini di Vestone, Sabbio Chiese, Gargnano, Calcinato e un bambino, Mario, che ha partecipato dalla provincia di Pisa. Dimostrando costanza e impegno, rispondendo in maniera corretta a tutte le sfide i bambini saranno premiati con un biglietto di ingresso per l’intera famiglia a uno dei dieci musei a loro scelta e da una borsa contenente dei gadget.

Nel corso di questa settimana verranno pubblicati sui social alcuni fra i lavori più originali.

Dal 20 aprile La Melagrana proporrà un nuovo appuntamento, sempre attraverso i social: il lunedì, il mercoledì, il venerdì verranno pubblicate “cartoline virtuali” che da un lato avranno l’immagine del museo o del sito o di un suo dettaglio curioso e dall’altro, quello scritto, racconteranno in poche righe una storia misteriosa o una ricetta tradizionale, un aneddoto, una leggenda legati al luogo.

Si incomincerà con la Villa Romana di Toscolano e con Marco Nonio Macrino, console vissuto al tempo dell’imperatore Adriano, per proseguire il viaggio attraverso la galleria di dipinti di Luciano Sorlini a Calvagese della Riviera, scoprendo “orme misteriose” rinvenute all’interno delle fornaci romane di Lonato e antiche leggende legate alla Valsabbia.