Tempo di lettura: 2 minuti

Mi riscrive Martini, maschio, 30 anni, mano destra

grafo_martini

Ancora una volta ringrazio per la fiducia reiteratamente accordatami.
Un altro recidivo, Martini, mi manda la sua grafia per la seconda volta.
In più, mi racconta un sogno ricorrente che molto spiega della sua personalità, che porta – almeno nel momento in cui scriveva – alcune contraddizioni estremamente affascinanti.

Faccio presente che non leggerò il precedente referto, ma analizzerò questa grafia come se fosse la prima volta. Al gentile lettore il compito di confrontare le due stesure…

  • Capacità di analisi al massimo livello, con attenzione mirata al particolare.
  • Scontentezza di sé, con cautela nell’andare verso il nuovo, verso l’incognita
  • Desiderio di non “dover” condividere
  • Tendenza a non dire, di sé, che quello che gli altri possano sapere
  • Timore di ritorsioni da parte dell’habitat
  • Capacità di mostrare all’ambiente il meglio della propria produzione
  • Capacità estetica
  • Rifiuto per il “cattivo gusto”
  • Tendenza ad elaborare progetti di reazione e di azione, senza precisarne i termini e i limiti
  • Possibilità di somatizzazione
  • Momenti di ottimismo, di idealismo, di forti speranze, con un pizzico di ambizione
  • Vigore mentale, promotore di innovazione, progresso, invenzione
  • Buon senso danneggiato da avversioni ed antipatie profonde, e da simpatie viscerali
  • Tendenza a guardare l’ambiente dal di fuori…con critica ed acutezza
  • Tendenza a non dimenticare mai le offese ricevute
  • Desiderio di non essere “attaccato” da critiche
  • Rigore, anche di tipo scientifico
  • Difficile ricredibilità in caso di sospetti concepiti
  • Pudore eccessivo
  • Capacità mistiche
  • Conflittualità con la figura femminile, ma rara capacità di comprenderla
  • Intuito psicologico
  • Inclinazione per scienze umane
  • Affetti (quando e se instaurati) impregnati di comprensione

Il sogno: la bella casa, elegantemente ammobiliata, è la concezione che Martini ha di sé: sa di valere, sa di avere una struttura mentale molto valida. Quello che non gli piace, quello che non gli va giù, sono determinati atteggiamenti (intonaco scrostato, ragnatele negli angoli, piccole crepe, polvere) che ha dovuto assumere in passato e che vuole, in certo qual modo, riscattare (ormai, questo sogno, non è più comparso da tempo) o che già ha riscattato. Sostanzialmente, questo sogno rivela che il soggetto sa bene quanto vale, ma anche quanto ha tralasciato di fare per sè.

Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.