Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Al via venerdì 28 agosto “Memorie di Terra”, seconda parte del Festival “Acque e Terre”, giunto quest’anno alla sua undicesima edizione. La prima parte, “Viaggi di Acqua”, si è svolta tra i mesi di giugno e di luglio. Ad inaugurare questa seconda tranche sono il gruppo dei “Luf”, alle ore 20.30, presso il Roccolo di Casa Mori a Serle (Brescia).

Il Festival offre da sempre uno sguardo sulla cultura etnico-popolare, ospitando rappresentazioni teatrali che ribadiscono lo stretto legame con le terre da cui provengono e appuntamenti musicali che si fanno tramite delle diverse tradizioni folk, proponendo contaminazioni tra singolari sonorità,in un continuo e vitale confronto. Questo è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dei Comuni Promotori, della Comunità Montana di Valle Sabbia e di Fondazione ASM.

Appuntamento da non perdere questo di “Acque e Terre”, in quanto riconsegna i luoghi agli abitanti, facendo riscoprire parchi, cascine, cortili interni e animando le piazze di paesi o di piccole frazioni con concerti e spettacoli teatrali. Contesti spesso poco conosciuti, ma degni di valorizzazione. I luoghi dove si svolgono gli eventi sono compresi tra la Valle Sabbia, il fiume Chiese e l’alta pianura bresciana (Calcinato).

Il programma di Memorie di Terra.

  • Venerdì 28 agosto, ore 20.30, Roccolo di Casa Mori a Serle – Concerto de “I Luf”, gruppo folk bresciano, che presentano lo spettacolo “Bala e fa balà”. Le canzoni dei Luf parlano di vita, personaggi e storie vere. Piccole perle di dialetto, amore per la cultura, tradizione popolare e impegno sociale.
  • Martedì 1 settembre, ore 20.30, Piazza Marconi a Gavardo – Spettacolo di Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar dal titolo “Gipsy Turbo all’italiana”. Eusebio Martinelli, virtuoso trombettista emiliano, che ha collaborato negli anni artisti del calibro di Vinicio Capossela e Negramaro, presenta il nuovissimo progetto di musica gitana, Apolide, suo secondo disco, il cui tour ha raggiunto grandi traguardi e ha permesso in più occasioni di esibirsi in apertura ai concerti di Goran Bregovich.
  • Domenica 6 settembre, ore 20.30, Area Verde in località Posta di Vobarno – Teatro Gavardo presenta “Non sono una signora”, spettacolo in dialetto bresciano con Paola Rizzi, scritto da John Comini, regia di Peppino Coscarelli.
  • Domenica 13 settembre, ore 20.30, Parco Bertella a Sabbio Chiese – Lucilla Giagnoni presenta “VinCanto”, incanti ebbrezza e passione di una bevanda amorosa. Nel suo inconfondibile stile, Lucilla Giagnoni compone uno spettacolo con racconti ironici, divertenti e delicati, intrecciati da chiacchierate in cui viene spiegata la storia del mito di Dioniso. Ovviamente la serata non sarà solo un’occasione per sentir … parlare di vino!

Il festival si conclude con il Teatro Gavardo che presenta “Bella senz’anima”, il loro nuovo spettacolo in dialetto bresciano con Paola Rizzi, scritto da John Comini, regia di Peppino Coscarelli. Lo spettacolo verrà rappresentato nei seguenti luoghi:

  • Lunedì 21 settembre, ore 20.30, presso la Cascina Basiletti in via Sant’Andrea 3, a Nuvolento.
  • Martedì 22 settembre, ore 20.30, presso i Giardini di Via Valle a Nuvolera.
  • Mercoledì 23 settembre, ore 20.30, in Piazza Santa Maria Bambina, frazione Cagnatico di Odolo.
  • Giovedì 24 settembre, ore 20.30, presso il Giardino Centro Sociale di Calcinato.
  • Venerdì 25 settembre, ore 20.30, presso i Giardini Pubblici di Villanuova sul Clisi.
CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *