Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Da una iniziativa congiunta dell’Istituto Cervi e di Cassa Padana è nato “Memorieincammino.it un portale di storie e memorie del XX secolo.

Uno strumento di navigazione e di conoscenze che dal giugno 2012 racconta on line l’Italia dal 1922 al 1945. Quella parte del ‘900 che, a cavallo tra fascismo, antifascismo, guerra e resistenza, ha segnato coscienze e identità di una Italia alla ricerca della propria libertà.

Anni attività costante il gruppo di lavoro ha raccolto migliaia di testimonianze, di cui 1175 contributi da ogni parte d’Italia sono on line, il resto in costante “lavorazione”. Un lavoro di ricerca e documentazione, digitalizzazione e valorizzazione che di fatto lascia la memoria nei luoghi dove risiede, perché Memorieincammino.it è anche una squadra di ricercatori e tecnici che attraversa la penisola cercando, prima di tutto, di intercettare le ultime memorie che il trascorrere degli anni ci lascia.

I luoghi virtualmente toccati dal progetto sono ormai tantissimi, seguendo le storie della guerra, della prigionia, della deportazione, del riscatto antifascista. Dagli Appennini alle Alpi, dalla pianura al mare, dalla Russia al Sudafrica. Biografie e documenti originali, altrettante foto storiche e soprattutto testimonianze inedite, le ultime voci di quella memoria così lontana, così vicina.memorie_in_camminoL’albero di Memorieincammino.it non è solo il logo del progetto: all’interno del sito esso diventa l’imprescindibile strumento di navigazione per tutti gli utenti che vogliano esplorare le storie di donne e di uomini nei luoghi dell’Antifascismo, della guerra e della Resistenza. Biografie, parole-chiave, eventi, cronologia e geografia sono i “frutti” di questo albero: una modalità di navigazione e di conoscenza coinvolgente, quindi, che si rivolge a tutti: dal navigatore curioso agli esperti di storia in rete, fino ai docenti e agli studenti che in MIC possono trovare materiale inedito per laboratori didattici e approfondimenti.

Memorieincammino.it è difatti una piattaforma multimediale on line, sviluppata per contenere fotografie, immagini, documenti e soprattutto testimonianze: i tasselli di un mosaico che rappresenta l’Italia nella complessa trasformazione che va dall’avvento del Fascismo fino alla Liberazione, con uno sguardo ai primi passi della democrazia nel nostro Paese.

La raccolta continua. Ogni giorno. Perché le memorie sono sempre in cammino. Per usare le parole di Liliana Segre, ex deportata e senatrice a vita della Repubblica Italiana: «Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare».

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.