Gattatico (Reggio Emilia) – Di-menticare vuol dire letteralmente far uscire dalla mente. Cancellare qualcosa che faceva parte dei nostri pensieri. S-cordare ha a che fare con il cuore: significa eliminare da quel luogo dell’anima dove vivono i nostri sentimenti. Dimenticare è legato all’intelletto. Scordare al sentimento. In entrambi i casi la memoria si eclissa.

Per avere un senso compiuto, per costruire davvero uno spazio in cui la memoria possa trovare casa, questi due aspetti devono camminare insieme. Dobbiamo non dimenticare e non scordare allo stesso tempo. Con la mente e con il cuore.

E’ da questo unione di intelletto ed emozione che poco più di tre anni fa nacque  uno dei progetti più entusiasmanti di questi anni per Cassa Padana e la redazione di Popolis: Memorie in cammino, un percorso su internet che sta raccogliendo le memorie di uno dei periodi più duri della storia d’Italia dal fascismo, alla seconda guerra mondiale, la fino alla Resistenza e alla Liberazione.

Attraverso documenti, immagini, video, interviste-incontri con i protagonisti di quegli anni. Su e giù per l’Italia. Seguendo un itinerario scandito dalla presenza dei soci dell’Istituto. E non solo quelli.

Sono passati 3 anni e mezzo e i documenti raccolti e disponibile online sono oltre 1200. Decine le videointerviste ai protagonisti della Resistenza, della lotta partigiana, della Liberazione. Centinaia i documenti originali e le immagini.

Le fonti, i documenti, i video, le immagini di una memoria più vasta, tra i numerosi enti locali e comunità che costituiscono la base sociale dell’istituto, oggi hanno dato vita a un vero e proprio “museo virtuale”, che vive al fianco del museo convenzionale e della memoria statutaria di cui il Cervi è custode.

Testimonial del progetto Moni Ovadia. Ecco qui sotto il suo messaggio.

Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.