Parma veste gli abiti di una vera e propria città antiquaria nella quale più di mille espositori, da tutte le piazze antiquarie europee, esibiscono le proprie scoperte a visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria. Migliaia le proposte preziose ma anche quelle curiose o solamente le “riscoperte di un nostro recente passato”.

L’edizione primaverile di Mercanteinfiera, prestigiosa kermesse internazionale, dedicata all’antiquariato, al modernariato ed al più raffinato collezionismo vintage, mette in mostra design, arte contemporanea e fotografia coniugando passato e modernità e seguendo il filo conduttore dei diversi linguaggi espressivi.

Sarà arricchita da una serie di appuntamenti collaterali. Eventi che metteranno in vetrina le opere di artisti di fama mondiale: da Nan Goldin a Pistoletto, da Vico Magistretti a Ulrich Tillmann e Maurizio Galimberti.

Pezzi di antiquariato (troumeau, porcellane, ebanisteria settecentesca), arredi, gioielli e oggetti vintage, autentici conversation pieces saranno a beneficio delle centinaia di buyer provenienti da Stati Uniti, Turchia, Francia, Germania, ma anche Danimarca, Norvegia, Russia e Argentina. Un richiamo giunto in questa edizione fino al Texas.

A cinquantacinque anni dalla morte, Mercanteinfiera ospita anche una mostra dedicata a Mario Sironi, pittore simbolo del Novecento italiano.

“Mario Sironi: illustrazione, pittura, grande decorazione” è il titolo dell’esposizione curata da Estemio Serri e Alan Serri per Edizioni Cinquantasei Bologna e Galleria d’arte Cinquantasei, allestita all’interno della sezione “Parma Art Fair”.

Una novantina le opere che potranno essere ammirate da appassionati e semplici curiosi, il più delle volte pervase da quei tratti che caratterizzarono il percorso artistico di Sironi: costante senso di solitudine e pessimismo esistenziale. Un’arte distante, solitaria silenziosa caratterizzata da atmosfere cupe e fumose come le sue periferie, scenari nelle quali prendono vita i suoi eroi del quotidiano.

L’attesa sarà però tutta per “Il Mito”, il grande affresco realizzato dall’artista di origini sarde tra il 1936 ed il 1937, che proprio a Mercanteinfiera sarà presentato al pubblico, per la prima volta, nella sua versione restaurata.

MOSTRE COLLATERALI

“Sole o accompagnate?”
L’opera fotografica come opera singola e come serie, in collaborazione con Fabio Castelli, ideatore di Mia Photo Fair.Protagonisti assoluti della mostra, gli scatti della statunitense Nan Goldin, classe 1953. Tra gli altri Sergio Scabar, Luigi Veronesi, Franco Fontana, Ulrich Tillmann, Antonio Biasiucci, Vittore Fossati, Leonardo Genovese, Lynne Lawner, Rita Lintz, Marcello Mariana, Cosimo di Leo Ricatto e Sara Rossi.

“Parma 360 on view”
La mostra declina la creatività contemporanea attraverso opere, immagini, video e performance di artisti del panorama internazionale come Michelangelo Pistoletto e Maurizio Galimberti.

Attraverso una serie di immagini, video e performance, anticiperà i temi portanti del Festival sull’arte creativa, in programma a Parma dal 2 aprile al 15 maggio, accogliendo negli spazi del polo fieristico le opere di artisti del calibro di Vico Magistretti, Enrico Robusti, Paolo Ceribelli e Maurizio Galimberti che proporrà alcuni scatti dell’inedito progetto Aridadakalimba. Accanto alle provocazioni del visual artist C999, inoltre la videointervista di Michelangelo Pistoletto, che accenderà i riflettori sul tema della rigenerazione urbana e della rifunzionalizzazione degli spazi cittadini.

EVENTI COLLATERALI

28 febbraio, 4-5 marzo
L’Archivio Museo Csac dà la possibilità a tutti i visitatori e gli espositori della fiera di scoprire il percorso espositivo all’interno dell’Abbazia di Valserena che raccoglie e conserva materiali originali della comunicazione visiva, della ricerca artistica e progettuale italiana a partire dai primi decenni del XX secolo.

Visita il sito internet