Padernello (Brescia) – Nell’edizione di domenica, la più prossima al Natale, non potevano mancare i cotechini, lo spumante e i dolci delle feste: questi i protagonisti della ghiotta giornata all’insegna di gusto e tradizione.

La ricetta del giorno? Farina di qualità, tuorlo d’uovo, pregiata uvetta di Smirne, scorze candite, d’arancio e cedro rigorosamente italiani, e poi miele, malto, lievito naturale, il tutto impastato  con esperienza, passione, dedizione: ecco realizzato il  panettone della  Pasticceria Bazzoli di Odolo, da provare anche la versione cioccolato e noci.

E un mercato che si rispetti non poteva non offrire un ampia scelta del dolce natalizio per eccellenza: Massimo della forneria Grazioli, estroso come sempre, proporrà il suo “Panettone Pere e Cioccolato” realizzato con la famosa pera Martina tipica della Val D’Aosta.

Ma tra le bancarelle tante altre curiosità, come l’Olio di Argan del Marocco  Presidio Slow Food,  ricavato tramite spremitura a freddo dal frutto dell’Argan, pianta che cresce soltanto sulla costa meridionale del Marocco: zona arida, povera e caldissima in estate. Sono necessari 50kg di frutto per produrre mezzo litro di olio purissimo; una resa bassissima ed una  lavorazione lunga e laboriosa. La produzione è compito quasi esclusivamente femminile: di madre in figlia le donne si tramandano saperi e gesti antichi.

Arrivano sempre dal continente Africano i datteri di Siwa Presidio Slow Food, coltivati nella più grande oasi del deserto Egiziano vengono irrigati con acqua salmastra e raccolti a mano arrampicandosi sui tronchi: dolcissimi, morbidi, nutrienti, energetici e ricchi di minerali: un perfetto regalo natalizio disponibile alla postazione di Jangada, la bottega Equo e Solidale di Manerbio.

Con i cedri, poi, si possono realizzare tante specialità: canditi, liquori, conserve, dolci. Viene dalla Calabria il Consorzio del Cedro Mediterraneo che offrirà la possibilità di assaggiare questo splendido frutto dalle tante proprietà.

Dulcis in fundo, l’ opportunità di portare a casa un opera d’arte: il Progetto “Insieme coltiviamo un nuovo mondo” nasce dalla sinergia tra la Condotta Slow Food Bassa Bresciana e l’Istituto Scolastico Comprensivo di Manerbio, conseguenza dell’esperienza di “Orto in Condotta”. Le confezioni poste in vendita si presentano come pezzi unici e irripetibili. Infatti le etichette sono i disegni coloratissimi ed originali realizzati dai bambini della Scuola per l’Infanzia e della Scuola Primaria Statale. Alla postazione saranno proprio i bambini, con la loro spontaneità ed entusiasmo, ad accogliere i visitatori.