Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Una domenica ricca di iniziative al castello di Padernello, già dal mattino, alle 9,30, si abbassa il ponte levatoio pere ospitare l’appuntamento mensile con il mercato della Terra.

Nel mercato potrai trovare: laboratori del gusto – tavole della bio-diversità approfondimenti sulle produzioni e trasformazioni del cibo Progetti a favore di “10.000 Orti in Africa” – Cibo di strada. Inoltre ci sarà lo Scambio dei semi. I semi sono una ricchezza conservata per millenni da generazioni di contadini: assieme all’acqua e alla terra, i semi sono garanzia per il futuro dei contadini e delle generazioni future. Il “Mercato della Terra di Padernello” è un progetto Slow Food che si basa sulla costruzione di alleanze sul territorio. L’alleanza riflette un concetto di rete tra enti, istituzioni, produttori e associazioni.

Mentre le bancarelle del mercato mettono in bella vista i prodotti biologici, verso mezzogiorno si aggira nell’aria il profumo dello spiedo solidale d’asporto, alle 11.30 o 12.30 difatti si potrà prenotare e ritirare lo spiedo cotto lentamente secondo l’antica tradizione bresciana dal gruppo della Festa di San Camillo di Coniolo. Il ricavato è devoluto per il recupero, la manutenzione del borgo di Padernello e per la salvaguardia del territorio e del paesaggio.

Alle ore 17 ecco in scena nel salone d’onore: “Cecco l’orsacchiotto” uno spettacolo di teatro per ragazzi, liberamente ispirato a Storie di orsacchiotto. A cura di Impronte Teatrali – pressione bassa, stagione del Ctb Centro Teatrale Bresciano.

Cosa c’è di più bello per un bambino di un amico con cui giocare? Un amico sempre disponibile, mai stanco, che non dice mai no, pronto ad ogni suo desiderio! Ma dove si possono trovare amici così? Beh, a volte si trovano … però bisogna cercare bene, e sovente per un bel po’ di tempo. Nell’attesa di trovare questo grande tesoro, quasi tutti i bambini trovano un buon sostituto in un peluche: un orsacchiotto, una papera, un coniglio, magari una tenera pecorella!

E quanti giochi si possono fare con questo amico! Si può andare a pescare, preparare torte e minestre di compleanno, partire per un viaggio sulla Luna e lì incontrare i lunatici, farsi il solletico, mangiare un cestino da pic-nic, disegnare, ballare, andare a camminare nella neve, fotografare gli amici… E sono proprio questi i giochi nei quali si avventureranno i due protagonisti dello spettacolo: Tiziano, un adulto dall’animo fanciullo, e Cecco, il suo orsacchiotto, naturalmente in compagnia di tutti i nuovi piccoli amici-spettatori che ogni volta incontreranno.

autore e interprete Tiziano Manzini
tratto da Storie di orsacchiotto di Else H.Minarik
progetto e regia e interprete Tiziano Manzini
regia Tiziano Manzini
scene Graziano Venturuzzo
costumi Chiara Magri
consulenze Mario Massari
produzione Pandemonuim Teatro

Ingresso: adulti 5 euro, ridotto 3 euro.  

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *