Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Prende il via sabato 7 aprile, alle 17, la quarta edizione del Microfestival di Musica Antica e Teatro. Ancora una volta ad ospitare questo particolare evento sarà l’Oratorio della Beata Vergine di Caravaggio ubicato al Museo della Civiltà contadina il Cambonino Vecchio in viale Cambonino, 22. Ad organizzare il Comune di Cremona in collaborazione con Auser Insieme Università Popolare della LiberEtà e con il circolo Acli Padre Silvio Pasquali, la direzione artistica è affidata a Roberto Cascio.

La rassegna si apre con la Sacra Rappresentazione di San Martino, segue il 13 maggio un concerto dedicato alle musiche di Bach e Telemann per flauto e traversiere e si conclude il 26 maggio con un concerto per strumenti a pizzico.

Nato con lo scopo di valorizzare la piccola chiesa a pianta circolare, dedicata alla Beata Vergine di Caravaggio, annessa al complesso rurale del Cambonino, il Microfestival di Musica Antica e Teatro, che si svolge in un ambiente assolutamente suggestivo, si pone come obiettivo di ricreare quelle atmosfere tipiche di un tempo lontano quando raccontare e ascoltare una storia significava ritrovarsi in un luogo speciale per un evento straordinario ma anche riportare all’attenzione del pubblico una forma di rappresentazione, molto in voga nel Rinascimento, che aveva lo scopo di educare il popolo ad una vita di sani principi morali e spirituali.

Questo il calendario degli appuntamenti:

Sabato 7 aprile ore 17.00

Fructus salvificus e La Historia del Beato San Martino. Musica e racconti devozionali nell’epoca del primo rinascimento. Voci, flauti, ciaramella, ribeca, basso di viola, liuto, oud, percussioni, salterio ad arco

Domenica 13 maggio ore 17.00

Bach e Telemann. Sonate per flauto dolce e traversiere. Flauto dolce e traverso, arciliuto, clavicembalo. Solisti ospiti: Antonio Lorenzoni e Valeria Montanari.

Sabato 26 maggio ore 17.00

compassionevole, andantinetto di molto, tra le corde del ‘700. Sinfonie, sonate e trii per due mandolini e basso continuo. Sinfonie, Preludio e aria per chitarra e basso continuo. Mandolini, chitarra barocca, basso di viola e arciliuto. Solisti ospiti: Maria Cleofe Miotti, Andrea Bazzoni e Monica Paolini.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *