Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia – Lo scorso 3 febbraio sono partiti gli allenamenti degli atleti della futura squadra di Minibasket in Carrozzina a Brescia, cosa resa possibile dall’unione di intenti tra l’Associazione Icaro Onlus e Lions Basket School Brescia. Gli allenamenti si svolgeranno tutti i venerdì dalle ore 16.00 alle 17.30 presso la palestra dell’Istituto Pastori in Viale della Bornata.

E’ un sogno che finalmente si concretizza” dichiara il presidente dell’associazione Icaro Sport Disabili Onlus, “è da tempo che sogniamo uno spazio per il basket dedicato ai più piccoli e di avere un vivaio di atleti per la Icaro Omal Basket Brescia”, squadra che partecipa al Campionato Italiano di Basket in Carrozzina. ”In passato abbiamo dovuto mandare a giocare alcuni nostri giovani atleti in squadre di minibasket vicine, perché qui non ce n’erano.”.

Il progetto si è concretizzato quando il presidente di Icaro Onlus, Luca Savardi Danesi ha rivisto il vecchio allenatore della Icaro Omal Basket Brescia Silvio Cremonini. Da tempo ormai la famosa scuola di minibasket Lions Basket School Brescia ha dei piccoli atleti su sedie a rotelle che si allenano insieme ai compagni normodotati; da qui l’idea di collaborare per creare una squadra che aspira a iscriversi e competere in futuro nel Campionato Italiano di Minibasket.

Partiremo con 5-6 ragazzi che si allenano una volta alla settimana, poi speriamo che piano piano la voce si diffonda la voce, che i ragazzi aumentino e contemporaneamente si trovino le risorse necessarie per creare la squadra” afferma Silvio Cremonini.

Per partecipare al campionato, infatti, ogni ragazzo avrà bisogno di una propria carrozzina sportiva, fatta su misura per lui per giocare a basket. Il costo di una carrozzina sportiva si aggira attorno ai 4.000 euro e per questo Icaro si sta già attivando per trovare sponsor e sostenitori.

Alleneranno la squadra Silvio Cremonini, istruttore della Federazione Italiana Pallacanestro, Stefano Mandonico e Giuditta Fraccaroli, istruttori di minibasket e Federica Gheda che, da tempo, collabora con il Baskin.

Possono giocare a minibasket in carrozzina, tutti i ragazzi dai 6 ai 22 anni, sia femmine che maschi con varie disabilità (paraplegici, amputati, malattie rare) e due normodotati per squadra.

Non è necessario che l’atleta viva la maggior parte della sua vita sulla carrozzina, chiunque non può, per problemi di vario genere giocare a basket in piedi, ha da ora l’opportunità di sedersi per giocare e divertirsi in una squadra di pallacanestro” conclude Luca Savardi di Icaro Onlus.

Il dado è tratto. Giovani aspiranti campioni, siete stati sfidati ad entrare in squadra!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *