Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive Mirco Ve., maschio, 34 anni, mano destra 

grafo_mirco_ve

Sì, Mirco Ve…il tempo passa.

La personalità di Mirco è caratterizzata da una fortissimo sentirsi inadeguato alle aspettative dell’ambiente, pur con tante doti che possiede.
L’inadeguatezza è dovuta alle pressioni educative subite nell’infanzia, che ha prodotto un senso dell’Io ipotrofico.

Per quanto io non sia tra gli psicologi che fanno risalire tutto al periodo infantile, pure, in questo caso, debbo ammettere che la sensazione di essere un soggetto di minor diritto deriva da allora ed ha, poco per volta, logorato la voglia di aggredire l’ambiente, di farsi forza nel superare gli inevitabili ostacoli della vita quotidiana.

Ma le doti sono tante, e molto valide. In particolare, nel caso Mirco si rivolgesse ad un “addetto ai lavori” per trovare il bandolo della matassa e riannodare il filo vitale, si dovrebbe far aiutare, tenendo in conto il fatto che possiede:

  • eccezionale capacità di osservazione
  • grado superiore di “intelligenza intellettiva”, con cedimenti bruschi, repentini, per scoramento
  • superiore capacità di memorizzazione del particolare
  • buona tendenza alla comprensione dei problemi altrui
  • propensione per “Scienze dell’Uomo”, dalla psicologia alla ricerca storica, alla medicina
  • tendenza a riflettere (anche troppo) sulle conseguenze dei propri atti
  • tendenza a rimuginare il passato
  • timore per malattie o problemi di sicurezza economica, materiale e di salute, sia propri, sia altrui
  • grande, veramente grande capacità d’amare, ma con tendenza a non farsi avanti, per timore di rifiuto (tutti noi dobbiamo esercitarci ad accettare il rifiuto. Chi non ci accetta, può farlo per moltissime ragioni e non è detto che l’errore sia nostro: già, a volte sbagliano anche gli altri, sa, Mirco Ve?)
  • senso dell’humor raffinato, sfiorante il sarcastico
  • sensualità forte, ma non espressa appieno…e non si confonda la sensualità con la sessualità: Mirco Ve è più sensuale che sessuale; è capace di accarezzare, di provare piacere dal contatto di pelle con pelle; è sensibile sia emotivamente, sia fisicamente; non divora, ma assapora
  • forte ansia, ma facilmente superabile, perché Mirco Ve è più forte di quello che lui stesso creda.

E’ probabile che, per arrivare all’equilibrio produttivo, ci sia bisogno di una spintarella: qualche colloquio specifico, qualche tecnica per essere conscio della propria forza e delle proprie, innegabili, capacità.
Fa sport? In questi casi caldeggio l’equitazione.

Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.