Tempo di lettura: 2 minuti

Parco Adamello, Brescia. Scarponi ai piedi, macchina fotografica nello zaino, destinazione le selvagge e affascinanti montagne del parco Adamello per il 1° premio fotografico intitolato “Il Parco delle Dolomiti Camune, montagne di luce”

La Comunità Montana di Valle Camonica – Parco dell’Adamello organizza, in occasione della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina, il primo contest fotografico “Le Dolomiti Camune”.

Le “Dolomiti Camune” sono un gruppo di vette che ruotano attorno ai gruppi della Concarena, Pizzo Camino, Monte Altissimo e Monte Pora alle quali il Touring Club in una pubblicazione di inizio secolo aveva attribuito il suggestivo nome di “Dolomiti Camune”.

Luogo estremamente suggestivo, caratterizzato da altipiani, forre e guglie calcaree che ben si presta per attività escursionistiche ed alpinistiche o semplici passeggiate. Da qualche anno è in atto un processo di valorizzazione dell’ambiente, attraverso l’istituzione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) delle Dolomiti Camune.

Il contest è rivolto a tutti coloro che abbiano voglia di mettersi in gioco attraverso la macchina fotografica. Ampi panorami, picchi scoscesi, animali o piccoli dettagli, non importa quale sia il soggetto immortalato, l’importante è che gli scatti sappiano cogliere e risaltare la bellezza di quest’area protetta.

Il regolamento in breve:

Massimo 3 scatti per partecipante;

Scadenza: 27 settembre 2019;

Risoluzione minima accettata 6 Megapixel (dimensioni: 3000px X 2000px), formato JPEG (.jpg);

Le fotografie devono essere scattate nel PLIS Dolomiti Camune, ossia nei Comuni di Angolo Terme, Borno, Cerveno, Darfo Boario Terme, Losine, Lozio, Malegno, Ossimo e Piancogno. Premi in buoni spesa prodotti tipici locali, offerti da Sapori di Valle Camonica.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *