Tempo di lettura: 2 minuti

Giovedì 11 febbraio si è svolto presso il Palapesca di Sommacampagna (Verona) l’interessante convegno dal titolo “Radice e sostanza organica presente nei frutteti, problematiche dell’Actinidia“, promosso dai comuni di Sommacampagna e di Sona, con il contributo di Agriservice S.p.A. e Cassa Padana Bcc. Evento molto atteso e per questo molto partecipato, infatti il location scelta era gremita di persone interessate al problema e attente a non perdersi nessun passaggio del convegno.

L’obiettivo era quello di fornire agli operatori del settore agricolo e, in particolare, ai frutticoltori, informazioni e possibili strumenti alla soluzione del problema che ha già colpito 1000 ettari dei 3000 ettari complessivi di produzione veronese. Un danno ingente per l’agricoltura e la filiera agroalimentare del nostro territorio che richiede concreta attenzione.

Domanda: Moria dei kiwi nella produzione veronese. Cosa è possibile fare? Esistono soluzioni?

Alcune risposte Convegno_kiwi_Sommacampagnahanno cercato di fornirle gli esperti del Centro Ricerca per la frutticoltura di Roma e della Fondazione Agrion (ex Creso) del Piemonte, in collaborazione con i nostri tecnici locali, Dott. Giacopini e Sig. Vincenzi, disponibili a illustrare e raccontare l’esperienza di alternative colturali già testate con risultati positivi in Piemonte.

Ne è scaturito un confronto molto proficuo, con scambio di esperienze reciproche dei vari operatori intervenuti. Al termine per fare tesoro dell’esperienza di chi è riuscito a superare e debellare la PSA, malattia che fa avvizzire le piante di kiwi, e dare seguito all’evento si è deciso di comporre un gruppo di collaborazione tra gli operatori e ricercatori veronesi con il centro sperimentale di frutticoltura di Roma, per lavorare a stretto contatto sia nell’ambito della ricerca che in quello dello studio dell’evoluzione del kiwi e dell’utilizzo del composto organico che potrebbe essere di grande aiuto per affrontare alcune criticità.

A conferma della bontà del progetto, il gruppo ha deciso, in chiusura dei lavori, di darsi appuntamento a fine febbraio per una riunione operativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *