Argenta (Ferrara) – Sabato 9 maggio, alle ore 17, presso il centro culturale mercato di Argenta in piazza Guglielmo Marconi si è aperta la mostra fotografica “L'(dis)abilità del vivere”. La mostra, visitabile fino al 17 maggio, è itinerante (Ferrara, Verona, Parma, Brescia, Rovigo) ed è realizzata in collaborazione con Casa Viva Onlus e Fondazione A.C.A.RE.F..

La fondazione A.C.A.RE.F. è formata da tre entità: ricerca, disabilità e anziani.

copertina_mostraLa mostra riguarda la disabilità, ma non solo. Sono foto artistiche dove la disabilità passa in secondo piano. I veri protagonisti sono ragazzi che attraverso i loro sguardi, i loro sorrisi e le attività che compiono rivelano la loro intrinseca unicità come individui facenti parte di una comunità.

Se è vero, come afferma Fëdor Dostoevskij, che “la bellezza salverà il mondo” le foto mostrano la bellezza che scaturisce dall’incontro, dalla condivisione e dalle emozioni spontanee tra persone. E la cosa più emozionante e meravigliosa al tempo stesso è che le persone che ci trasmettono questo sono persone che comunemente vengono considerate incapaci di trasmettere la bellezza e il divertimento.

Esse, è vero, hanno oggettivamente difficoltà a esprimersi, a relazionarsi con gli altri e a volte a essere autonome. Tuttavia nelle fotografie queste difficoltà non traspaiono perché emerge ciò che riescono a fare, le emozioni che vivono e che ci fanno vivere. Nelle foto sono ritratti momenti in cui dipingono, ballano, giocano, scrivono e si divertono.

Lavorare e condividere esperienze con queste persone contribuisce a superare i pregiudizi legati alla disabilità oltre che ad aiutarli a crescere come individui inseriti in un contesto sociale e trovare un proprio spazio e identità attivando, con la guida dei tutor, l’ascolto e la relazione con gli altri.

“Cos’è la bellezza se non l’unicità e irripetibilità dell’individuo e la sua capacità di comunicare emozioni?”
Se guardiamo con occhi disincantati e sgombri da filtri questi ragazzi possiamo vedere delle persone che vivono dei momenti di vita quotidiana godendone, come ogni individuo. Ci insegnano la voglia di vivere, di comunicare, di stare insieme, di sperimentare, di condividere gli aspetti gioiosi della vita.

Ci insegnano il valore più alto della vita.

_________________________________

La Fondazione A.C.A.RE.F. (Allied Community Ataxia Research Foundation) nasce nel 2012 come fondazione di partecipazione dall’incontro tra i volontari dell’Associazione italiana per la lotta contro le sindrome Atassiche (AISA), alcuni ricercatori universitari attivi nello studio delle malattie neurodegenerative e i familiari di persone affette da tali patologie e interessati al tema della disabilità e della non autosufficienza.

La Mission: promuovere  la ricerca di base ed applicata sulle malattie neurodegenerative  ed in particolare della SCA1 e realizzare progetti finalizzati a garantire alle persone diversamete abili o non autosufficienti una risposta ai bisogni di assistenza, socialità, integrazione, ricreazione e sostegno familiare.

La parola chiave è cura : per una malattia rara, per gli altri e per chi è più debole.