Venezia – Raccontare, attraverso gli oggetti, l’evoluzione di un paese e le sue eccellenze industriali. E’ la sfida della mostra fotografica promossa da Museimpresa, a cura di Francesca Molteni con l’allestimento dell’Architetto Franco Raggi.

Arrivata alla quinta tappa di un tour nazionale, la mostra arriva a Venezia in concomitanza con la Biennale di architettura e rimarrà in esposizione al pubblico fino al 2 ottobre 2016.

L”idea è raccontare la storia dell’industria italiana attraverso gli oggetti iconici dei Musei e Archivi d’impresa – dalla Vespa alla Bottiglia Campari, dalla scatola di pasta Barilla alla Valentine di Olivetti.
Ecco allora alcuni oggetti che hanno cambiato la nostra vita, la nostra cultura e anche la storia economica del nostro paese.

Una mostra di oggetti ma anche di immagini e disegni: tra i Musei d’Impresa anche quelli veneti: Museo Nicolis (Verona), Poli Museo della Grappa (Vicenza), Museo del Gioiello (Vicenza), Museo della Calzatura (Padova) e Archivio Aziendale Rubelli (Venezia).

Fra le testimonianze, anche quella del Museo Nicolis di Villafranca che sottolinea lo straordinario ruolo del motorismo italiano e del “Made in Italy” a quattroruote con la Lancia Astura Mille Miglia del 1938, un’auto unica al mondo e una delle più rappresentative della collezione di auto d’epoca e anche quella che, con il suo straordinario design, ha ispirato lo spunto creativo per la realizzazione del logo del Museo

Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori