Tempo di lettura: 2 minuti

Milano. Dopo mesi di chiusura ora “i musei curano la cittàun invito a riscoprire il patrimonio artistico con bentornati al museo! Per una settimana speciale oltre 85 musei saranno protagonisti di incontri, mostre ed eventi solo digitali, tutti accomunati dal tema i musei curano la città.

La quinta edizione di Milano MuseoCity si svolgerà per una settimana: dal 2 al 7 marzo. La manifestazione, promossa dal Comune di Milano Cultura e realizzata in collaborazione con l’Associazione MuseoCity, è nata per far conoscere la ricchezza del patrimonio artistico dei musei e valorizzarne la funzione culturale.A partire dal 2 marzo i musei coinvolti aprono al pubblico le loro porte virtuali, proponendo centinaia di appuntamenti tra visite guidate, laboratori per bambini, conferenze, incontri, aperture straordinarie e iniziative speciali tutte caratterizzate da un unico filo conduttore, che intende mettere in luce la funzione di guida dei Musei anche nei momenti bui, quando ancora più importante si rivela la forza terapeutica, consolatoria e rasserenante dell’arte e dei tesori conservati nei musei, ognuno con una propria storia e connotazione, evidenziando così il contributo positivo che gli artisti e le diverse istituzioni hanno offerto alla comunità.

Quest’anno oltre 85 istituzioni pubbliche e private partecipanti alla manifestazione, tra cui musei d’arte, di storia, musei scientifici, case museo, case d’artista, archivi e musei d’impresa diffusi in tutto il territorio cittadino, con alcune “incursioni” nell’area metropolitana, propongono un programma declinato sulle nuove necessità dettate dalla pandemia con iniziative digitali.Inoltre torna l’itinerario Museo Segreto, curato quest’anno da Federica Giacobello con la supervisione di Gemma Sena Chiesa, dedicato al tema Visitare il Museo: cura dell’anima, che permette a ogni istituzione partecipante di far conoscere una o più opere della propria collezione, scelta per la bellezza rasserenante e terapeutica che è in grado di comunicare oppure per la sua portata educativa o di stimolo sociale.

L’edizione di quest’anno è accompagnata dal podcast Museo Segreto individua sette passeggiate ideali, percorsi immaginari guidati da due voci narranti, che raccontano e suggeriscono all’ascoltatore cosa visitare: emozione e sentimento; dopoguerra e riqualificazione; progresso; umanità e riflessioni esistenziali; musica; benefattori e benessere della società; spiritualità e religiosità.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.