Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Prosegue al cinema Nuovo Eden la nona edizione di “Music Legends“, un accattivante viaggio attraverso note, immagini, miti che hanno cambiato per sempre la storia della musica, un viaggio lungo sei notti. Una rassegna che nelle edizioni precedenti ha registrato il tutto esaurito, proprio nel periodo estivo in cui le sale cinematografiche solitamente chiudono i battenti.

I prossimi appuntamenti in programma.

  • Giovedì 14 luglio, ore 21.15 – “Vinicio Capossela – Nel paese dei Coccoloni“, film-documentario di Stefano Obino.
    Alta Irpinia, oggi. Nato nel ’65 in Germania da emigranti della provincia di Avellino, il cantautore Vinicio Capossela, in vesti di viandante contemporaneo, racconta alla macchina da presa il proprio ritorno in quel territorio, alla ricerca appassionata di persone e musica: da catturare, decriptare, rielaborare.
    Nell’immaginazione dello sceneggiatore Capossela, i coppoloni sono gli abitanti del paese di Cariano, investiti di un’aura divina perché situati in alto, più vicini al cielo ma anche alle intemperie, e perciò costretti a coprirsi bene la testa. Poi, per traslato, il termine si estende a tutti quelli che hanno dovuto lasciare quella terra per riscattarsi dalla miseria e mettersi a servizio di fabbriche e guerre. Il titolo è quindi solo la scintilla di un’opera originale e seducente, al quale sta stretta ogni classificazione di genere, nonostante l’evidente prossimità al documentario etnografico.
    Il film di Stefano Obino segue nelle sue dodici tappe la traccia del romanzo “Il paese dei coppoloni”, scritto dallo stesso musicista con una lingua corposa e affilata, antica e terragna: racconti di mito ancestrale, storie di emigrazione, riti agresti.
  • Giovedì 21 luglio, ore 21.15 – “Queen: a night in Boemia“, un film di Simon Lupton e Rhys Thomas.
    Musica, performance dal vivo e cinema si incontrano nella celebrazione di un unico grande gruppo: i Queen. Il leggendario concerto “Queen A night in Bohemia”, performance del gruppo rock inglese all’Hammersmith Odeon di Londra datata 24 dicembre 1975, in versione rimasterizzata e restaurata in ultra HD con surround sound. Un concerto indimenticabile che fu, nella storia della band, l’evento che li consacrò nel panorama della musica e l’occasione nella quale venne eseguita e registrata per la prima volta la hit Bohemian Rapsody.
    Un concerto frammentato allo stile documentario, con immagini e interviste assolutamente inedite; come la prima intervista televisiva di sempre realizzata alla band, alcuni spezzoni dei video di Keep Yourself Alive e Liar, l’esibizione a “Top of The Pops” (in cui eseguono Now I’m Here) e momenti dei concerti svolti a Hyde Park, al Rainbow e all’Hammersmith, in quello che è stato un anno fondamentale nella loro storia.
  • Giovedì 28 luglio, ore 21.15 – “Cobain: Montage of Heck“, film-documentario di Brett Morgen.
    Il primo documentario completamente autorizzato dalla famiglia del musicista: è prodotto dalla figlia Frances Bean Cobain, che ha messo a disposizione di Morgen l’archivio personale del padre. Non solo musica, ma disegni, parole, filmati. Dall’infanzia nella piccola Aberdeen, nello stato di Washington, alla morte, che lo ha consegnato e strappato allo stesso tempo alla storia del post rock, il documentario ricostruisce la vicenda artistica e biografica del leader dei Nirvana, Kurt Donald Cobain.
    Le interviste di rito alla moglie, alla madre e alla sorella, alla prima fidanzata, al compagno di palco Krist Novoselic, non distolgono dalla centralità in cui il regista candidato all’Oscar Brett Morgen tiene fermo il suo oggetto d’indagine, la sua rabbia già infantile, l’impegno nella musica, l’emozione della paternità, la dannazione dell’eroina.
    Ne esce un Cobain privato, che non contraddice però l’immagine pubblica consegnata in vita e testimonia così di un’autenticità rara per una rockstar, che fa certamente parte delle ragioni dell’amore che la sua generazione (e non solo) ha nutrito per lui e per il suo modo di essere, su e giù dal palco.
    Film in lingua originale con sottotitoli in italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *