Tempo di lettura: 2 minuti

Salionze di Valeggio sul Mincio, Verona.  La vecchia linea ferroviaria che univa Mantova a Peschiera del Garda oggi una delle ciclabili più belle del nord Italia, c’è la “Littorina del Mincio”. Un’oasi paesaggistica, un ritrovo ideale per gli amanti del cicloturismo e, sino al 2 settembre, anche sede della rassegna di concerti Musica in Littorina. La Littorina del Mincio si candida a essere la comfort zone ideale dell’estate nella zona del Garda. Lo sguarda dalla riva del Mincio di volta anche verso la solidarietà.

Sempre più impegnato nella promozione del “turismo lento”, nella valorizzazione del territorio del Basso Garda, il bici grill di Salionze di Valeggio sul Mincio rinnova la sua tradizione di musica live estiva. Appuntamenti in programma, sempre di giovedì e con ingresso libero, a numero limitato, con obbligo di prenotazione dei tavoli per la cena.

Cantautorato, swing, esotismi, black music: il menù è variegato non solo a tavola ma anche sul fronte musicale con le Sorelle Marinetti, Mauro Ottolini, Vanessa Tagliabue Yorke, gli Ska-J, Filippo Perbellini, Veronica Sbergia e Max De Bernardi, Silvania Dos Santos e Giancarlo Bianchetti, la MagicaBoola Brass Band, la Morblus Band, The Franks. Il titolo della rassegna, “Cycling and music… Ossigeno per l’anima”, sottolinea il connubio tra bicicletta e musica per riequilibrare lo spirito e il fisico, per ritrovare la serenità dell’animo.

Ma i più pigri possono anche arrivare in auto: il parcheggio non manca. Anche quest’anno la rassegna musicale, che si fregia del patrocinio del Comune di Valeggio sul Mincio, assumerà un’importante valenza sociale. I concerti saranno un’occasione per far conoscere la Mensa San Bernardino di Verona, alla quale sarà anche destinato una parte del ricavato della rassegna. La mensa del convento dei frati minori di San Bernardino è un luogo di accoglienza e di ospitalità semplice per quanti hanno bisogno di un pasto caldo o di una doccia.

Proibito ballare (saprete resistere?) un cocktail di musica nelle serate che invita la mente e il corpo a muoversi, ma per ora, ci si dovrà limitare a liberare la mente, dato che le attuali normative non consentono ancora di ballare. Da segnalare, incontenibile ritmicamente, è la MagicaBoola Brass Band, che si esibirà il 26 agosto. In questo caso nel miscelatore degli stili finiscono jazz, blues, etnica, hip hop, funk, canzone popolare. Affrontata con il piglio gagliardo tipico delle street band, la musica non è solamente da ascoltare ma anche da vedere e soprattutto da ballare.