Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Era stato presentato nello scorso novembre il progetto Asperger@Work, rivolto a coloro che sono affetti da disturbo dello spettro autistico, in particolare da Sindrome di Asperger, ideato e sostenuto dall’associazione Piper.

Sabato 26 gennaio alle ore 18,30 ci sarà un concerto musicale con la Junion Band di Ombriano, presso il Seminario Vescovile di via Milano. E’ un concerto che accompagnerà i partecipanti a riconoscere che la gioia, il desiderio, la speranza, l’amore, il dolore, appartengono ad ogni uomo e la musica è lo strumento per condividere queste emozioni. È inoltre l’occasione di una raccolta fondi per progetto Asperger@Work. info e prenotazioni: info@associazionepiper.org

La musica è il linguaggio che ci aiuta a comprendere che come le note pur essendo diverse riescono a creare una sinfonia se ben armonizzate, così anche gli esseri umani pur nella loro diversità possono creare legami e cogliere le medesime opportunità.

Aspergers@Work, è un progetto scientifico sperimentale, caratterizzato da un elevato rigore metodologico. Ha lo scopo di cogliere e sviluppare le capacità speciali delle persone con autismo. Connette in un network le diverse realtà territoriali già presenti e crea sinergie e mira a creare una nuova metodologia chiara, standardizzata e facilmente riproducibile.

Le realtà del territorio si coordinano con un unico obiettivo, al quale ciascuna contribuisce in funzione delle proprie possibilità. I candidati frequenteranno un corso di formazione gratuito, con l’obbiettivo di cambiare, in meglio, la qualità della vita delle persone Asperger e delle loro famiglie, proporre alle aziende un metodo per valutare i profili professionali, cambiando punto di vista e di osservazione e progettare colloqui di lavoro che diano a tutti le stesse possibilità.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *