Tempo di lettura: 2 minuti

Soncino, Cremona. Taglio del nastro è avvenuto il 13 settembre alle 12: da quel momento in poi, l’appuntamento con i venti produttori sarà ogni prima domenica del mese. È il quinto in Lombardia

Il giorno da segnare il calendario è la domenica a partire dalle ore 10, una dozzina di piccoli produttori e artigiani del cibo della zona si daranno appuntamento nel chiostro dell’ex Convento delle Suore della sacra Famiglia, accanto alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, per far conoscere e vendere il frutto del lavoro nella propria terra. Da ottobre l’appuntamento con il Mercato della Terra di Soncino, che è promosso dalla Comunità Slow Food della radice amara di Soncino, dal Centro di Formazione Professionale e dalle condotte Slow Food Cremonese e della Bassa Bresciana – diventerà mensile: verrà organizzato ogni prima domenica del mese, sempre nel chiostro di via Galantino 66 (oggi sede del Centro di Formazione Professionale CFP, gestito da Inchiostro Società Cooperativa Sociale) e sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18.

I produttori che animeranno il Mercato della Terra di Soncino provengono dalle province di Cremona e delle confinanti Bergamo e Brescia. Sui banchi non mancheranno salumi e formaggi del territorio – a cominciare dal Fatulì, Presidio Slow Food – frutta e verdura di stagione e marmellate, e poi ancora miele, olio, cereali e farine, fino a zafferano e uova.

Una scelta ricchissima di prodotti, proposti da aziende in buona parte di nuova costituzione e condotte da giovani donne: in totale sono una ventina i produttori coinvolti. Per ragioni di spazio, tuttavia, la partecipazione sarà di circa 12 espositori ogni volta, che ruoteranno mese dopo mese.