Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo più di un anno di arresto dovuto alla pandemia, torna la campagna di raccolta fondi natalizia “Molto più di un pacchetto regalo” di Mani Tese, l’organizzazione non governativa che da oltre cinquant’anni si batte per la giustizia sociale, economica e ambientale nel mondo, in collaborazione con La Feltrinelli.

Quest’anno la campagna sarà a sostegno dei progetti dell’Ong a favore delle bambine e delle donne vittime di violenza e sfruttamento in Guinea-Bissau.

Per la realizzazione, Mani Tese cerca 4000 volontari che vogliano dedicare qualche ora del proprio tempo per impacchettare libri e oggetti acquistati dai clienti presso le librerie La Feltrinelli dal 3 al 24 dicembre.

La campagna è ormai giunta alla sua XIV edizione e quest’anno interesserà 53 città e 70 librerie in tutta Italia.

La Guinea-Bissau è il paese più povero dell’Africa Occidentale. Secondo l’indice di sviluppo umano si colloca al 175° posto su 188 paesi, e ancora oggi il 67% della popolazione vive sotto la soglia della povertà.

In un simile contesto, gli episodi di sfruttamento e di violenza sulle persone più indifese, tra cui donne e bambine, sono all’ordine del giorno.

Nel 2018 il Paese si è collocato al 178° posto su 186 nel Gender Inequality Index. Oltre il 52% delle donne è analfabeta, contro un 29% degli uomini. Molte donne non finiscono la scuola per il matrimonio precoce e la gravidanza: circa il 10% delle ragazze sono costrette a sposarsi prima dei 15 anni, il 29% prima dei 18.

Il 29% di ragazze tra gli 0 e i 14 anni e il 44% di donne tra i 15 e i 49 anni, inoltre, ha subito mutilazioni genitali femminili. Per partecipare alla campagna è sufficiente avere compiuto 16 anni e avere almeno 4 ore da dedicare all’attività di volontariato.