Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive New Work 66, 39 anni, femmina, mano destra

grafo_newYork66

Splendida, questa missiva, e chiara nell’esposizione dei fatti del vissuto.
Ed al quesito postomi posso rispondere che sì, proprio il rapporto col Padre che non c’è più (al quale, ora non ci si può più riferire, anche solo per controbattere e discutere atteggiamenti) sta interferendo e continuerà ad interferire nel rapporto di New York 66 con le figure maschili.
A meno che non si faccia una bella inversione di tendenza. In che modo?

Basando il proprio vivere sulla valorizzazione delle proprie, innegabili doti. Molto, da quanto mi scrive , è già stato fatto. Ma moltissimo è ancora da mettere in opera, perché la grafia di New York 66 rivela una caratteristica piuttosto inusuale, che, dal suo vissuto, ancora non è stata sfruttata appieno: la capacità di “indipendenza dalla figura maschile”.

E’ un Segno che indica:

  • tendenza a non accettare di sottomettersi
  • ricerca di affermazione, grazie al proprio intelletto
  • tendenza a rafforzare gli atteggiamenti difensivi, sulla base di orgoglio e fierezza.

Inoltre, la grafia rivela che la personalità è:

  • meticolosa
  • non indulge in fantasticherie assurde
  • più tendente a seguire alcune regole, che a prevaricarle
  • responsabile e scrupolosa
  • capace di autocontrollo
  • tendente a trattenere ed a non palesare le crisi di collera
  • tendente, anche dal lato amministrativo, ad essere attentissima
  • portata a ricordare sconfitte e dolori, anche lontani nel tempo, soffrendo come se fossero attuali
  • geniale nella capacità logica e di collegamento
  • con idee ben radicate, che tende a non voler modificare
  • con robustezza neurologica
  • con eccezionale capacità di cogliere, negli argomenti e nei fatti, ogni sfaccettatura, anche complessa.

Il consiglio più ovvio sarebbe di prendere la vita meno di petto, di lasciarsi andare, accettando le cose che non può cambiare…ma io non sono poi così ovvia, nel dare consigli.

Cara New York 66: lei è una vincente. E le vittorie si pagano, spesso, con un po’ di solitudine. Ma, a volte, può capitare di trovare la persona adatta, basta NON ACCONTENTARSI.

 

Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.