Cremona. “Ciò che fa maturare un’anima non è la durata della vita nè la quantità di cose che si fanno, bensì l’intensità di ciò che si è vissuto con forza e lucidità“. (Daniel Meurois-Givaudan).

Una donna che lotta per la vita, per non soccombere alla dialettica della violenza, c’è un grande senso del vivere nello spettacolo “Nina” che andrà in scena il 23 Aprile al teatro Filo e il 25 Aprile a Stagno Lombardo.

Lunedì 23 Aprile alle ore 21 al teatro Filo, per la rassegna Filo Benefico, andrà in scena “Nina”, spettacolo teatrale con testo, musiche e canzoni di Laura Perlasca, interpretato da Chiara Tambani (Nina), Laura Perlasca (chitarra e voce), Giancarlo Mongilli (chitarra).

Nina, ragazza forte e coraggiosa, in un’Italia devastata dalla guerra civile, deve scegliere se chiudere gli occhi e soccombere al dolore e all’odio che la circonda, oppure se provare a  lottare per cambiare la realtà e ritrovare quel senso di umanità e pietà che sembra essersi perduto.

E Nina, anche se menomata fisicamente a causa di un incidente, decide di lottare, mettendo in gioco la sua vita, spinta dal desiderio di vedere rinascere la fratellanza in un mondo dove sembra vincere solo la logica della violenza. Una storia ancora attuale, di chi lotta contro ogni forma di sopraffazione e divisione e crede ancora nella bontà dell’essere umano.

Lo spettacolo andrà in scena anche mercoledì 25 Aprile alle ore 21 nella sala consiliare di Stagno Lombardo.