Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive Nirvana, 20 anni, femmina, mano destra

grafo_nirvana

Quanta verità e quanta maturità, nel Suo scritto, Nirvana…
Anch’io, come Lei, penso che la serra soffochi le piante, che potrebbero irrobustrisi alle avversità della vita naturale…o morire, è vero. Ma, almeno, hanno tentato. Essere iperprotetti non è sano. Quanti ragazzini abbiamo, oggi, incapaci di distinguere il bene dal male, perché non sanno contare sul proprio ragionamento?

Nel Suo scritto compare un Segno grafico che indica “Cautela nell’andare”.
E’ una caratteristica che arriva nella grafia, quando delusioni, rimpianti e nostalgie hanno saturato la personalità…oppure una troppa introspezione fa elucubrare su quanto è avvenuto.

I Suoi tratti grafici sono fermi, forti, determinati…Lei ha in sé una capacità di sfondare i muri che è foriera di un buon successo nella vita. Ma (c’è sempre un “ma”) si dovrà un po’ adeguare, diventare un po’ più elastica, più morbida, anche verso la propria persona. Va bene aiutare gli altri, ma non per compensazione. Va bene dare, ma è necessario anche ricevere.

Per fortuna, Nirvana ogni tanto esplode. Collere furibonde, veloci, come un fuoco d’artificio, su cui si trova poi a rimuginare a lungo. Una dote bella, in questa personalità: la capacità di esaminare un concetto, una situazione in ogni sua sfaccettatura. Approfondire, senza lasciare nulla, senza dimenticare anche il più piccolo dei particolari. In contropartita, la gerla della sofferenza diventa sempre più pesante…

Quando, in studio, ricevo una persona che ha Segni grafici simili ai Suoi, cara Nirvana, faccio immaginare di avere sulle spalle una gerla, ed ogni volta che succede qualcosa di negativo, di cercare un sasso (grande per il grande dispiacere, piccolo per le insignificanti quotidianità) e di buttarlo nella gerla.
E chiedo: “Quando pensa che la sua forza sarà piegata dal peso?”. Qualcuno risponde: “Quando sarà piena”…qualcuno: “Non ce la faccio già più”.

La resistenza al dolore è soggettiva, ma la soglia può essere innalzata. Oppure, si può decidere di rovesciare la gerla sul ciglio della strada e di lasciarla lì. Ci si può allontanare dalle avversità? No, la valanga arriva…ma la si può affrontare in tanti modi. Nirvana ha scelto per sé la cautela ed un po’ di durezza. Agli altri riesce a dare supporto ed accoglienza. Dentro, ha dolcezza; ha sensibilità; ha capacità di fare e di donare. Non so che studi abbia intrapreso…ma spero siano stati indirizzati verso il sociale.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *