Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Affrontando il tema in maniera schietta e diretta, con azioni e immagini, anche dirompenti, Nobody porta il pubblico a ri-conoscere come le donne che spesso scorgiamo ai margini della strada non siano libere, ma piuttosto vittime di sfruttamento, violenza e tratta.

Giunge anche a Cremona NoBody – Viaggio sensoriale attraverso la tratta e lo sfruttamento, l’istallazione sarà allestita presso Centro Culturale San Vitale, Piazza Sant’Angelo 1 nei seguenti giorni e orari: sabato 9 febbraio dalle ore 17 alle ore 24 e domenica 10 febbraio dalle ore 10 alle ore 20. L’installazione è vietata ai minori di 14 anni, ha una durata di 30 minuti in cui il pubblico, composto da 20 persone alla volta, attraverserà 6 spazi e incontrerà 5 attrici che lo accompagneranno in un viaggio sensoriale.

Durante l’arco delle giornate sono previsti diversi orari d’ingresso al percorso, in gruppi di massimo 20 persone: pertanto è vivamente consigliata la prenotazione, 392 99 392 99 oppure info@favolafolle.com  – evento facebookwww.luleonlus.it/nobody  L’ingresso è gratuito: i partecipanti sono liberi di sostenere la raccolta fondi promossa dagli enti organizzatori.

NoBody non è uno spettacolo teatrale “tradizionale”, ma un percorso esperienziale che vuole condurre i partecipanti a fare i conti con il fenomeno della tratta nella sua interezza, costringendo tutti a vedere, oltre il velo di apparenza, le responsabilità di ogni membro della società civile ed innescando, al tempo stesso, azioni correttive dei propri comportamenti.

L’obiettivo di “NoBody” è quello di sensibilizzare la società civile sul tema della tratta ai fini dello sfruttamento sessuale di donne e minori, ponendo l’attenzione più sugli aspetti umani che su quelli politico-legali. La poca conoscenza del tema è una delle cause più importanti di propagazione del fenomeno ed è quindi la presa d’atto delle dinamiche ad esso legate, il punto di partenza di ogni campagna di sensibilizzazione.

L’evento di sensibilizzazione è organizzato da Associazione Lule OnlusCompagnia Teatrale FavolaFolle nell’ambito di ‘Mettiamo le Ali 2.0. Dall’emersione all’integrazione’, progetto sovra provinciale finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità, che impegna da diverse annualità il Comune di Cremona in qualità di partner.

In questi anni il Comune di Cremona, in stretta collaborazione con l’ente anti-tratta LULE Onlus, ha messo in campo numerose iniziative per il contrasto e l’emersione del fenomeno sul nostro territorio, in particolare quello riguardante le donne nigeriane vittime di sfruttamento sessuale. Grande attenzione è stata riservata alla formazione, tramite l’organizzazione di corsi e seminari rivolti ai propri dipendenti, agli operatori degli enti di accoglienza, socio-sanitari, legali e Forze dell’Ordine

La tappa di Cremona fa parte di cinque incontri già svolti nelle città di Bergamo, Rogoredo di Casatenovo (LC), Vigevano (PV). Seguirà l’ultima installazione a Brescia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *