Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Lo SVI, Servizio Volontario Internazionale, compie 50 anni e festeggia con un evento pubblico, per riflettere sull’attualitá e condividere una storia fatta di incontri e impegno, fianco a fianco con le popolazioni dei sud del mondo. l’appuntamento è per l’11 settembre alle ore 20:30 in Loggia, nel salone vanvitelliano con Gad Lerner.

Il 2019 per lo SVI è un anno importante: l’anno del 50°. E settembre è il momento giusto per festeggiare, i 50 anni vanno festeggiati nel migliore dei modi e diversi sono gli appuntamenti che lo SVI propone. Il primo imperdibile è quello in programma per mercoledì a Palazzo Loggia, il presidente SVI Paolo Romagnosi, con il sindaco di Brescia, Emilio del Bono, incontreranno Gad Lerner, per l’incontro “NOI, UNA ONG“. Ad introdurlo la filosofa Francesca Nodari, presidente della fondazione Filosofi lungo l’Oglio e direttore scientifico dell’omonimo Festival. Modera il giornalista Massimo Tedeschi. L’evento è aperto a tutti e gratuito.

I festeggiamenti proseguiranno, poi, dal 13 al 15 settembre con la Festa “Party con lo SVI”, presso l’Oratorio San Filippo Neri, al Villaggio Sereno, tre giorni di incontri, testimonianze, buon cibo e ottima musica, per celebrare e ringraziare tutte le persone che lo SVI ha incontrato in questi anni, convinti che l’identità di un organismo come lo SVI, si componga da tutti gli incontri fatti in questi50 anni. Per il programma dettagliato della Festa basta visitare il sito e per prenotarsi allo spiedo solidale di domenica 15 chiamare lo 0306950381.

Inoltre, in questo ricco settembre, e proprio durante l’evento in Loggia, verrà ufficialmente lanciata la Campagna di sensibilizzazione “ONG A CHI ?!?”, che SVI promuove insieme alle altre due ONG bresciane con cui da 4 anni condivide anche la sede, MMI e SCAIP. “Anche se non facciamo parte delle ONG presenti in mare, anche se non ci occupiamo di migranti e di accoglienza, ci sentiamo chiamate in causa e crediamo sia venuto il momento di far sentire la nostra voce. MMI, SCAIP e SVI: insieme sono 136 anni di storia di cooperazione internazionale, costruita giorno per giorno, con dedizione e fatica, fianco a fianco con le persone dei Sud del Mondo, con umiltà e entusiasmo, con un lavoro certosino e instancabile.” Affermano i volontari.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *