Tempo di lettura: 2 minuti

Sono già passati dieci anni dalla scomparsa di Enzo Biagi, uno dei più grandi giornalisti italiani del ‘900, e a ricordarne la figura è da pochi giorni nelle librerie il volume “Non perdiamoci di vista”, che raccoglie le sue migliori interviste ai protagonisti del secolo breve.

Il libro è curato da Loris Mazzetti, dirigente RAI e storico collaboratore di Biagi, da “Il Fatto” a “Cara Italia”, da “Giro del mondo” a “Rt Rotocalco televisivo”, e raccoglie più di cinquanta interviste del grande giornalista realizzate nell’arco di tutta la sua carriera, sia su carta stampata che con il mezzo radiotelevisivo. Molte di queste Biagi le realizzò per Rai Uno prima del famoso “editto bulgaro” del 2002, che decretò la chiusura de “Il Fatto”, trasmissione che una giuria di critici tv ritenne la migliore dei primi cinquant’anni della Rai.

Non perdiamoci di vista è molto di più che un libro che parla di giornalismo, ma un libro che racconta la storia. Enzo Biagi è stato un vero e proprio testimone del Novecento, capace di creare con il suo dialogo asciutto, pacato ma inflessibile, dei ritratti umani spesso definitivi sui protagonisti della politica, della vita sociale, dello spettacolo, dello sport. È la nostra Storia, raccontata a due voci: quella di coloro che l’hanno fatta, nel bene e nel male, e quella di un testimone eccezionale per acutezza e sensibilità, capace di dar voce alle domande, agli interrogativi, alla curiosità di tutti noi. Il nostro portavoce quindi.

Loris Mazzetti presenterà il libro a Brescia, presso la Nuova Libreria Rinascita, venerdì 20 ottobre alle ore 18.00, dove interverranno tra gli altri, Enrico Danesi, giornalista e critico cinematografico e musicale, e Angelo Bonfadini, regista, documentarista e sceneggiatore.

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *