Tempo di lettura: 3 minuti

Crema (Cremona) – Ultimo appuntamento della rassegna “Nonsoloturisti, martedì 16 maggio alle ore 21 presso la Sala Cremonesi nel Centro Culturale Sant’Agostino di Crema, evento organizzato in collaborazione con Vespa Club Crema-Castelleone.

La serata sarà dedicata al mondo della vespa, e dei vespisti, e vedrà la partecipazione di Ilario Navarra, Alessandro Pozzi, Fabio Cofferati, Fabio Saitto e Andrea Randazzo. La serata, intitolata “I Viaggi avventurosi in giro con la vespa“, sarà moderata dal giornalista Paolo Loda.

Ilario Lavarra ha impiegato quattro anni di risparmi del suo lavoro d’impiegato in una fonderia di Modena per pagarsi un sogno in sella a una Vespa in giro per le Americhe. Il viaggio iniziato nel 2010 e terminato un anno e mezzo dopo è raccontato nel libro “21 Americhe – Viaggio in solitaria su una vecchia vespa“. (Ultra editore).

Il volume racchiude le esperienze vissute negli 82.000 km percorsi da Ilario sulla sua Vespa chiamata Amerigo Vespuccia: partito da New York City per arrivare in capo all’Alaska estrema, fino a toccare il Mar Artico, è arrivato nella Terra del Fuoco e da lì è tornato a New York City passando per Cuba.

Un viaggio in solitaria, compiuto su una Vespa di quarant’anni, attraverso l’intero continente americano. Senza nessuno sponsor, Ilario ha lasciato che ogni giorno fosse una scoperta. Dalle esperienze, avventure e disavventure vissute è nato il libro.

Ora sta progettando un nuovo viaggio, a cavalcioni della sua fida, vecchia Vespa. “La Vespa per me è una filosofia. La sua ‘non velocità’ mi permette di fare parte di quello che sto attraversando in maniera più profonda – ci racconta il giovane rider – posso sentire gli odori, ascoltare i rumori e la natura, bagnarmi con la pioggia e soffrire il caldo con il sole, vedere delicatamente quello che mi circonda“.

Alla serata partecipano e Fabio Cofferati e Alessandro Pozzi.

Nel 2015 Fabio Cofferati, consigliere del vespaclub di Piacenza in sella alla sua Vespa, ha percorso l’Italia da nord a sud in 24 ore: precisamente è partito dal Passo del Brennero e ha raggiunto il porto di Marsala. Ha fatto un viaggio in vespa sidecar attraversando Italia, Francia, Bretagna, Irlanda, Inghilterra (6000 km). Nel 2016 ha raggiunto Capo Nord a bordo di una Vespa di 65 anni.

Alessandro Pozzi ha deciso di intraprendere un viaggio a bordo della sua mitica vespa del 1959, un’avventura in solitaria. Il vespista varesino partirà la prima settimana d’agosto del 2017 da Varese e attraverserà Svizzera, Germania, Danimarca, Svezia per arrivare in Lapponia, dove c’è la casa di Babbo Natale raccogliendo fondi per i bambini meno fortunati da devolvere all’associazione Il ponte del sorriso. È stato Fabio Cofferati a ispirargli questa idea: infatti Fabio, insieme al cremasco Vittorio Zitun, a bordo di due Vespa, è andato al Polo Nord, una spedizione di 8500 km, attraverso 13 stati, un’impresa che nessuno aveva mai fatto con una vespa con ruote da otto pollici.

Saranno presenti inoltre, Fabio Saitto e Andrea Randazzo che da circa un anno, con un gruppo di giovani professionisti del cinema, stanno portando avanti un film biografico sulla vita di Giorgio Bettinelli, grande viaggiatore e scrittore Cremasco. Gireranno un cortometraggio questa estate che aiuterà a presentare meglio il progetto a potenziali investitori e case di produzione.

Il primo passo è stata la proposta di ristampa del libro fotografico “In Vespa Oltre l’Orizzonte“, che ha permesso di riportare l’attenzione e ravvivare l’interesse intorno alla figura di Giorgio Bettinelli.

La rassegna “Nonsoloturisti – Racconti e immagini di scrittori-viaggiatori – un’iniziativa in cui il piacere di raccontare esperienze di viaggio attraverso le immagini diventa un’occasione per privilegiare la dimensione culturale del viaggio, intesa come momento di scoperta, di confronto e di conoscenza – è a cura di Andreina Castellazzi ed è patrocinata dall’Assessorato alla Cultura, dall’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Crema, con la partecipazione della Biblioteca Civica di Crema. Collabora all’evento l’Associazione culturale Angolo dell’Avventura.

L’ingresso è libero e gratuito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *