Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Doppio appuntamento al teatro Ferrara Off il prossimo weekend per gli attori che hanno partecipato al secondo anno del laboratorio teatrale per adulti condotto da Roberta Pazi, avviato in ottobre.

Sabato 27 e domenica 28 maggio alle 21.30 gli allievi porteranno in scena “Non verrà mai la notte?”. Lo spettacolo sarà incentrato sul dialogo e sul significato di comprendersi, sorprendendosi. Coinvolgerà i personaggi, assieme al pubblico che assisterà alla rappresentazione, in tante piccole storie, tra tentativi a tratti maldestri, ma sempre appassionati, di confronto.

– È con soddisfazione che presento questo lavoro – racconta Roberta Pazi, che lo ha ideato e diretto – I partecipanti al corso si sono dedicati alla sua preparazione con grande impegno e attenzione, oltre che entusiasmo e curiosità. E il percorso che ognuno di loro ha fatto non può che rendermi orgogliosa. Per otto mesi ci siamo dedicati all’improvvisazione individuale e di gruppo, alla costruzione del personaggio, all’interpretazione del testo.

Chi frequenta il secondo anno non si concentra più esclusivamente sullo stare solo in scena ma approfondisce la relazione con gli altri attori, lo studio si arricchisce grazie alla reazione alle battute degli altri. Un processo che serve da palestra anche per la comunicazione interpersonale di ogni giorno. Assieme abbiamo riscoperto il piacere di lasciar correre l’immaginazione, esprimere emozioni e potenzialità dando vita, attraverso la recitazione, al mondo interiore che spesso si dimentica di valorizzare-.

Sul palco saliranno: Nella Baglivo, Roberta Baruffaldi, Franca Bersanetti, Francesca Bonotto, Ilaria Borraccetti, Marisa Caniato, Mauro Coppola, Clara Coviello, Camilla Gori, Maria Grazia Ianuzziello, Caterina Materazzo, Davide Oddone, Cinzia Olivieri, Ruggero Pareschi, Enrico Sisti e Susanna Taddia.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *