Tempo di lettura: 7 minuti

Nella 9ª giornata, ultima del girone di andata del campionato di serie C Gold girone Blu continua la fuga della capolista imbattuta Mazzoleni Pizzighettone (Manini 16) che grazie ad un parziale di 1 a 18 nell’ultimo quarto passa sul non facile campo de La Fonte New Best Mazzano (Calò 12). Alle sue spalle mantiene il passo la Saleri Sil Olimpia Lumezzane (Balogun 17) che supera senza problemi la pericolante Mg.K.Vis Piadena, nella quale ha esordito il nuovo acquisto Bonaccorsi, ma non le sono bastati i 15 punti di Filahi. A chiudere il podio troviamo la Syneto Iseo (Caramatti 20) che passa sul non facile campo dell’Impresa Tedeschi Sanse Cremona (Mascadri 24).

Ai piedi del podio troviamo la coppia bresciana composta da Migal Gardonese e La Fonte New Best Mazzano. I triumplini (Corno 21) vincono facile contro la neopromossa Begni Impianti Ospitaletto (Mora e Crescini 11), mentre Mazzano cede in casa contro la capolista Mazzoleni Pizzighettone. Appena sotto un’altra compagine bresciana, la Begni Impianti Ospitaletto che tiene testa solo nel 1° quarto per poi cedere nel derby sul campo della Migal Gardonese.

Appena sotto la compagine franciacortina troviamo la coppia composta da Impresa Tedeschi Sanse Cremona e Bellini Virtus Gorle, con quest’ultima che si aggiudica il delicato scontro salvezza sul campo della Puli-Sistem Gilbertina Soresina grazie ai 25 punti di Milovanovic; mentre per i soresinesi non sono bastati i 15 punti di capitan Pala. Appena sotto continua il momento no della Mg.K.Vis Piadena che cade con onore sul campo della vice capolista Saleri Sil Olimpia Lumezzane e che a sua volta precede il fanalino di coda Puli-Sistem Gilbertina Soresina sconfitta in casa dai bergamaschi della Bellini Virtus Gorle.


Cremona – Si ferma dopo sole 2 vittorie la serie vincente dell’Impresa Tedeschi Sanse Cremona che davanti al pubblico amico della Spettacolo è costretta ad alzare bandiera bianca al cospetto della favorita Syneto Iseo che si impone con il punteggio finale di 76 ad 84.

Per questa gara coach Vencato deve fare ancora una volta a meno di capitan Speronello infortunato e schiera lo starting five composto da Marelli, Ariazzi, Boccasavia, Olivieri e Mascadri; mentre dall’altra parte coach Mazzoli si presenta senza gli infortunati Cuelho (in panchina per onor di firma) ed Azzola e risponde con Mensah, Caramatti, Boccafurni, Veronesi e Gardin.

Dopo un inizio a freddo durato quasi 3′ si procede in sostanziale equilibrio sino al 6 ad 8, poi i sebini trascinati dall’Mvp Caramatti allungano seppur di poco toccando un vantaggio di 6 lunghezze, ma sul capovolgimento di fronte Marelli con 2 tiri liberi chiude la 1ª frazione sul punteggio di 18 a 22. Nel 2° minitempo continua il dominio della Syneto che minuto dopo minuto acquisisce un buon vantaggio e Mensah spinge i suoi sulla doppia cifra di vantaggio sul 22 a 33 al 15′, per poi amministrare senza problemi il vantaggio e dopo essere andata a +16, va all’intervallo sul risultato di 33 a 45 e con il solo Mascadri a tenere botta agli scatenati bresciani.

Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia con i cremonesi sempre costretti ad inseguire e Veronesi al 23′ sigla il massimo vantaggio ospite sul 35 a 54 costringendo coach Vencato al time out. Alla ripresa del gioco la musica non cambia e nel finale un canestro di Mascadri riapre i giochi chiudendo la 3ª frazione sul risultato di 55 a 67. L’ultimo quarto inizia con gli ospiti sempre costantemente in doppia cifra, ma nel finale la Tedeschi grazie a 5 punti consecutivi di Marchetti si riavvicina sino a -8, ma ormai non c’è più tempo ed il match si chiude sul punteggio finale di 76 ad 84.

IMPRESA TEDESCHI SANSE CREMONA-SYNETO ISEO 76-84
PARZIALI: 18-22, 33-45, 55-67
IMPRESA TEDESCHI SANSE CREMONA: Feraboli, Marelli 9, Secci n.e., Risari n.e., Penna n.e., Ariazzi 8, Boccasavia 10, Olivieri 18, Marchetti 5, Ferrari 2, Mascadri 24, Speronello n.e. All.: Vencato.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico a Marelli 28′ (49-64).
SYNETO ISEO: Mensah 10, Cuelho n.e., Sgrelli n.e., Baroni 15, Caramatti 20, Giorgini 3, Montini n.e., Boccafurni 17, Veronesi 9, Gardin 9, R.Staffiere, G.Staffiere 1. All.: Mazzoli.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Rusconi di Pavia e Balestreri di Vidigulfo (PV).


Mazzano (BS) – Grazie ad un parziale di 1 a 18 nell’ultimo quarto, la Mazzoleni Pizzighettone archivia anche la pratica La Fonte New Best Mazzano che viene superata con il punteggio finale di 46 a 60, e chiude il girone di andata a punteggio pieno.

Per questa gara coach Giubertoni schiera lo starting five composto da Ndiaye, Belloni, Bassani, Foresti e Manini; mentre dall’altra parte coach Lovino si presenta senza Giovara e risponde con Calò, Dal Maso, Veronesi, Gjorgjevikj, e Ruiu. La gara inizia subito male per i grifoni che subiscono i canestri di Ruiu e Gjorgjevikj che spingono Mazzano a +10 sul 12 a 2; poi la Mazzoleni si sveglia dal letargo che la attanagliava e recupera punto su punto con Manini e Foresti e chiude il 1° periodo a -1 sul punteggio di 17 a 16. Il 2° quarto inizia con molti errori da ambo le parti, poi capitan Pairone su assist di Belloni porta avanti la Mazzoleni e nel finale l’immarcabile Manini autore di 11 punti manda le 2 squadre al riposo sul risultato di 25 a 30.

Ad inizio ripresa si parte con il fallo tecnico sanzionato a Dal Maso e la Mazzoleni ne approfitta ed al 25′ vola sul 33 a 40, ma a questo punto i grifoni si inceppano e Mazzano con un parziale di 12 a 2 ribalta il punteggio ed il 3° quarto si chiude sul 45 a 42. L’ultimo quarto inizia ancora con tante forzature da ambo le parti, poi come detto la Mazzoleni piazza l’allungo decisivo e Mazzano è costretto ad alzare bandiera bianca.

LA FONTE NEW BEST MAZZANO-MAZZOLENI PIZZIGHETTONE 46-60
PARZIALI: 17-16, 25-30, 45-42
LA FONTE NEW BEST MAZZANO: Villa n.e., Calò 12, Fenaroli n.e., Carnevali n.e., Dal Maso 10, Veronesi 4, Lato n.e., Gjorgjevikj 8, Ballini 2, Nkot Nkot, Ruiu 10. All.: Lovino.
Uscito per 5 falli: Ruiu 40′, fallo tecnico a Dal Maso 21′ e fallo antisportivo a Ruiu 40′.
MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 3, Ndiaye 7, Severgnini, Belloni 4, Bassani 11, Foresti 10, Biondi n.e., Pagetti n.e., Tolasi 2, Pairone 7, Manini 16, Jelic. All.: Giubertoni.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Molteni di Cantù (CO) e Di Giuseppe di Carugate (MI).


Soresina (CR) – Nonostante una formazione rimaneggiata grossa occasione sprecata dal fanalino di coda Puli-Sistem Gilbertina Soresina che davanti al pubblico amico cede nello scontro diretto in chiave salvezza contro i bergamaschi della Bellini Virtus Gorle che si impongono al PalaStadio con il punteggio finale di 59 a 71, e rimane solitaria all’ultimo posto in classifica con soli 2 punti all’attivo.

Privi di Innocenti, Roljic e Baldi i padroni di casa subiscono la fisicità sotto i tabelloni ed in particolare dell’esperto Milovanovic che chiuderà con 25 punti, top scorer della serata. Dopo 10′ il punteggio è di 15 a 22. Nel 2° quarto la Puli-Sistem cambia decisamente passo e trascinata da capitan Pala concede solamente 9 punti ribalta il punteggio che gli permette di andare all’intervallo con sole 2 lunghezze di vantaggio sul risultato di 33 a 31.

Al rientro dagli spogliatoi nonostante l’uscita prematura per falli di Assui le 2 formazioni giocano alla pari e la 3ª frazione si chiude con gli ospiti avanti di un solo punto sul risultato di 49 a 50. Nell’ultimo quarto la Puli-Sistem gioca alla pari per quasi tutto il tempo; ma nel giro di un paio di minuti i ragazzi si fanno prendere dal nervosismo e subiscono dapprima un fallo antisportivo sanzionato a Maghet, e poco dopo 2 falli tecnici alla panchina e a carico di Marco Cremaschi. Gorle ringrazia e porta a casa 2 punti fondamentali contro una diretta rivale e stacca di 4 punti la formazione soresinese.

PULI-SISTEM GILBERTINA SORESINA-BELLINI VIRTUS GORLE 59-71
PARZIALI: 15-22, 33-31, 49-50
PULI-SISTEM GILBERTINA SORESINA: Bandera n.e., Pala 15, G.Cremaschi 9, Russo n.e., M.Cremaschi 8, Avino n.e., Gusperti, Maghet 12, Grassi 5, Assui, De La Cruz 10. All.: Castellani.
Uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Maghet 37′, falli tecnici alla panchina 38′ e M.Cremaschi 39′.
BELLINI VIRTUS GORLE: Montagnosi 16, Gotti 4, Buffo 12, Osaghae n.e., Bacis, Cannavale 2, Milovanovic 25, Siciliano 5, Colombo 4, Milesi 3, Scarcella, Budau n.e. All.: Minali.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Vincenzi di Curtatone (MN) e Bignotti di Carugate (MI).


Gussago (BS) – Terza sconfitta consecutiva per la Mg.K.Vis Piadena che cade con onore sul campo della vice capolista Saleri Sil Olimpia Lumezzane che si impone con il punteggio finale di 89 a 73.

Per questa gara coach Baiardo schiera il collaudato quintetto composto da Zugno, Boffelli, Avanzini, Forte e Filahi; mentre dall’altra parte coach Bianchi risponde con Borghetti, Balogun, Pisoni, Gandoy e Hatch. La gara vede un inizio equilibrato con nessun break da ambo le parti e si chiude con gli orange avanti di sole 2 lunghezze sul punteggio di 14 a 16. Nel 2° quarto si scatenano Silva e Hatch e gli olimpici allungano guadagnando un vantaggio di una decina di lunghezze che gli permette di andare all’intervallo sul punteggio di 46 a 35 e con Gallo, capitan Boffelli e Filahi a tenere in partita la Mg.K.Vis. Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia con i padroni di casa che amministrano senza sbavature il proprio vantaggio che sarà sempre intorno alle 15 lunghezze sino al suono della sirena finale.

SALERI SIL OLIMPIA LUMEZZANE-MG.K.VIS PIADENA 89-73
PARZIALI: 14-16, 46-35, 67-51
SALERI SIL OLIMPIA LUMEZZANE: Frase 4, Pinic n.e., Torri, Silva 15, Borghetti 3, Savesi n.e., Balogun 17, Pisoni 1, Gandoy 15, Arici 12, Carrara 7, Hatch 15. All.: Bianchi.
Uscito per 5 falli: Arici, fallo tecnico ad Arici.
MG.K.VIS PIADENA: Zugno 1, Gallo 13, Boffelli 12, Pessina n.e., Cavagnini, Zanetti, Avanzini 11, Forte 12, Filahi 15, Bonaccorsi 9. All.: Baiardo.
Uscito per 5 falli: Avanzini.
ARBITRI: Cassago di Brescia e Codola di Rudiano (BS).