Reggio Emilia – Con Nonno Bit e Nonna Byte si intende contrastare il “divario digitale” attraverso l’impegno dei giovani per la formazione delle persone con più di 60 anni nell’utilizzo di computer, videoscrittura, internet, posta elettronica e software liberi di pubblica utilità.

Il progetto, promosso dal Servizio Officina Educativa del Comune di Reggio Emilia, in collaborazione con l’Istituto superiore Pascal e la cooperativa sociale Reggiana Educatori, ha l’obiettivo di fornire ai “nonni” strumenti informatici per accedere ai servizi del Comune, cercare informazioni, scrivere un documento, costruire opportunità di dialogo tra diverse generazioni.

I giovani insegnanti “volontari” offrono gratuitamente le loro competenze, partecipando in questo modo al percorso di “Giovani Protagonisti”, che da alle nuove generazioni l’opportunità di mettere a disposizione della comunità il proprio talento.

Il corso, gratuito, è rivolto a tutti i residenti nel Comune di Reggio Emilia che hanno compiuto 60 anni o li compiono entro l’anno solare. Le iscrizioni sono aperte da giovedì 14 gennaio. E’ necessario recarsi di persona all’ URP – Comune Informa di via Farini 2/1 con un documento di riconoscimento.

L’inizio del corso è fissato per il 21 gennaio: sono in programma otto lezioni che si svolgeranno nelle aule informatiche dell’istituto Blaise Pascal in via Makallè, 12. Le lezioni si tengono il giovedì dalle 14 alle 15.30. I posti a disposizione sono 100.